Confindustria Modena
Attualità
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
boston

Visiting tour per gli imprenditori emiliani

Il programma di formazione è stato organizzato dalle scuole di formazione delle associazioni confindustriali di Bologna, Modena, Padova e Confindustria Ceramica

Sette giorni di seminari e workshop a Boston per confrontarsi con operatori economici internazionali, businessman e professori universitari: protagonisti di questo "visiting tour" negli Usa sono stati 52 manager e amministratori delegati che hanno aderito al progetto "Management in change 2011", il programma di formazione  ideato e realizzato dalle quattro scuole di formazione aderenti a Confindustria: Cerform per Confindustria Ceramica, Forema per Confindustria Padova, Cofimp per Unindustria Bologna e Nuova Didactica per Confindustria Modena.

«Attraverso questo visiting tour, ma più in generale attraverso il percorso nel suo complesso, ci si è posto l'obiettivo di condurre gli executive a ragionare in una prospettiva molto più allargata, cercando di porre le basi per un dialogo e un confronto internazionali», spiega Roberta Caprari, presidente di Nuova Didactica e vicepresidente di Confindustria Modena. «L'innovazione, infatti, non è solo legata a prodotti e processi, ma anche alla capacità di ripensare la propria azienda e rivedere strategie e risultati da raggiungere. L'obiettivo quindi è di "distrarre", pure se per un breve periodo, manager e imprenditori dalle attività e dalle problematiche del quotidiano dando loro la possibilità di vedere, conoscere e confrontarsi con realtà d'eccellenza, al fine di rientrare in azienda con nuova linfa e maggiore energia utili a sostenere e vincere le sfide di questo difficile momento».

La missione americana, che si è svolta in una delle più interessanti aree di sviluppo e innovazione a livello di mondiale, ha offerto ai partecipanti spunti ed esempi di innovazione sostenibile ai quali ispirarsi nella propria realtà aziendale.

Strutturato in cinque differenti moduli (seminari d'aula, self assessment e feedback, attività di coaching individuale, ReLab o laboratorio di sperimentazione, visiting tour) lungo l'arco di cinque mesi, il programma di formazione "Management in change" è stato finanziato da Fondirigenti con l'obiettivo di adeguare le competenze manageriali rispetto ad alcune priorità: lettura economico finanziaria del business, qualificazione dei comportamenti manageriali di ruolo, miglioramento della leadership, capacità di gestione di progetti di innovazione.

«Un'esperienza con cui ho carpito alcune grandi differenze tra l'America e il nostro Paese sulla crisi corrente», afferma Michele Campriani, ceo di Accanto Systems di Modena, tra i partecipanti al tour. «Università, investitori, aziende e pubblica amministrazione all'unisono ci hanno trasmesso il messaggio che il modo di stimolare l'economia e aumentare l'occupazione è "stimolare e facilitare l'imprenditorialità". Si può pensare che l'economia cresca e i posti di lavoro aumentino solo aiutando, finanziando ed educando gli imprenditori. Ci credono fermamente e stanno investendo in maniera massiccia. Una grande lezione di vita dal punto di vista della convergenza di obiettivi e della collaborazione fra le parti».

(21 ottobre 2011)
Argomenti: Formazione