Confindustria Modena
Imprese
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
la fiera del vino

Vinitaly, bilancio positivo per Donelli

Il primato del lambrusco nel consumo di vino in Italia e i numerosi incontri con operatori stranieri: sono queste le istantanee che la cantina modenese riporta da Verona

Giovanni Giacobazzi, export manager di Donelli Vini«A Verona abbiamo riscontrato una buona affluenza di operatori stranieri, soprattutto nelle prime tre giornate», sottolinea l'export manager Giovanni Giacobazzi. «Dal punto di vista geografico, le delegazioni più numerose sono state quelle provenienti dalla Russia e dall'Est Europa e dall'Estremo Oriente, tra Cina e Giappone: stiamo parlando dei Paesi che, come affermato dalla Confederazione Italiana Agricoltori sulla base dei dati Istat sul commercio estero extra Ue, hanno fatto registrare incrementi senza precedenti negli ultimi 12 mesi per quanto riguarda le importazioni di vino italiano (Russia +52 per cento, Cina +100 per cento)».

«Possiamo dire», continua Giovanni Giacobazzi, «di essere stati dei precursori: in Cina Donelli Vini opera con successo dalla seconda metà degli anni Novanta. Anche la Russia è un mercato per noi sempre più strategico. Una parola a parte meritano gli Usa, dove assistiamo a un rinnovato interesse nei confronti del Lambrusco dopo lo stallo degli anni passati, e il Sud America, a cui guardiamo con estrema attenzione così come ai Paesi del Medio Oriente a cui proponiamo prodotti alcool-free come i nostri succhi d'uva frizzanti naturali al 100 per cento».

La direzione di Veronafiere ha annunciato che la prossima edizione del Vinitaly si aprirà domenica 1 per chiudersi mercoledì 4 aprile 2012. «È una scelta», spiega Giovanni Giacobazzi, «che ci trova pienamente concordi: ridurre le giornate da cinque a quattro e ridisegnare il calendario in questo modo significa voler dare a Vinitaly un'impronta sempre più business-oriented, favorendo al contempo la partecipazione di ristoratori, chef ed enotecari».

Donelli Vini è una delle più importanti case vinicole italiane. Fondata nel 1915 da Adolfo Donelli, è da molti anni parte del gruppo vitivinicolo guidato da Antonio Giacobazzi e dai figli Alberto e Giovanni. L'azienda, attiva in una quarantina di Paesi in tutto il mondo, produce numerose tipologie di vini, in particolare il lambrusco.

(13 aprile 2011)
Argomenti: Agroalimentare