Confindustria Modena
Imprese
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
il salone

Unizip: grande successo a Moda In

Punto di riferimento nel settore abbigliamento, per la presentazione della nuova chiusura lampo la ditta delle giovani imprenditrici Silvia e Simonetta Pasini ha fatto incetta di contatti tra russi americani e spagnoli

«La crisi c’è», ricordano le sorelle Pasini, «e la si avverte anche all’interno di questo settore. Cerchiamo di affrontarla puntando su qualità, ricerca, creatività e innovazione: i primi dettagli di cui la moda è da sempre innamorata e che consentono di fare la differenza, anche se si tratta di una zip».

Circa 400 espositori e quasi 100 mila i visitatori, in crescita soprattutto gli stranieri, di questa fiera di nicchia se si vuole ma importante per il settore moda. Molti i giapponesi, per lo più giovani stilisti, come pure i cinesi, più attenti a materiali e particolari in genere. Per Unizip rappresenta l’appuntamento annuale per presentare la nuova collezione di chiusure lampo: che va ad integrarsi con la qualità espressa dal campionario classico prodotto dall’azienda modenese e che ha contribuito alla sua espansione nell’ambito del settore, alta moda compresa.

«Nel corso della tre giorni milanese abbiamo incontrato quasi tutti i nostri principali clienti», affermano le sorelle Pasini. «Almeno il 30 per cento sono clienti nuovi, coi quali abbiamo avviato contatti per diversi progetti di fornitura, direttamente in fiera. Tra questi spiccano i russi, certamente inaspettati, spagnoli ed americani».

Il positivo risultato conseguito alla kermesse milanese segue di solo qualche mese un altro importante traguardo raggiunto sempre da Unizip a livello internazionale: l’apertura di un esclusivo show-room unitamente ad altri partner ad Hong-Kong, cuore pulsante ormai degli uffici stilistici dei marchi dell’abbigliamento. 

Moda In non ha mancato di riservare quest’anno particolare riguardo verso le aziende emiliane e modenesi in particolare terremotate. Nello spazio espositivo di Unizip erano presenti le mele della solidarietà alle popolazioni colpite dal sisma.

(25 settembre 2012)