Confindustria Modena
Società
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
fiere

Modenantiquaria, l'appuntamento è d'antan

Dal 13 al 21 febbraio ritorna la manifestazione internazionale d'antiquariato. Quest'anno giunge alla sua XXIV edizione

Modenantiquaria, la manifestazione internazionale di alto antiquariato giunta alla ventiquattresima edizione, torna ai padiglioni di Modenafiere dal 13 al 21 febbraio 2010.

Nei tre saloni che compongono l'esposizione (Modenantiquaria, Excelsior e Petra) si alternano, su un'area espositiva di 20 mila metri quadrati, le proposte più prestigiose delle 200 gallerie che hanno reso Modenantiquaria la kermesse internazionale sinonimo di eleganza e originalità.

Da oltre vent'anni Modenantiquaria è l'unica fiera nel panorama europeo a dipingere un affresco completo e variegato dell'arte moderna: questo grazie alla rassegna di pittura Excelsior, esclusivamente focalizzata sulla produzione dell'Ottocento, dalle antichità per esterni di Petra, fino ai gioielli, alle suppellettili e ai mobili più rari ed eleganti.

Dal 2010 la manifestazione diventa ancora più "Unica", moltiplicandosi per quattro. È infatti questo l'aggettivo scelto, divenuto un vero e proprio logo, per raggruppare le tre aree espositive e "Art&Food", la novità dell'ultima edizione. Si tratta del ristorante gastronomico interno al quartiere fieristico diretto dallo chef modenese Massimo Bottura, che anche quest'anno ospiterà performance culinarie di cuochi "stellati": Giancarlo Perbellini, Gennaro Esposito, Norbert Niederkofler, Nicola Portinari.

Il salone PetraModenantiquaria, con "Fine Art Expo", il payoff che evidenzia come l'intera manifestazione tenda a trasformarsi sempre più in un carosello di eventi legati all'arte e al suo mercato, si prefigge di centrare ancora una volta gli obiettivi culturali e commerciali di assoluta esclusività, intensità e, appunto, unicità.

Nata alla fine degli anni Ottanta su ispirazione di giovani appassionati e collezionisti, Modenantiquaria ha saputo cogliere in anticipo le tendenze del gusto e coagulare l'attenzione di un pubblico colto e raffinato, ponendosi come punto di riferimento fondamentale nel mercato dell'arte antica.

Quest'anno, i visitatori saranno accolti nella hall di ingresso di Unica da un'installazione firmata da Simone Micheli, architetto di fama internazionale. L'ingresso principale diventa una candida nuvola, in cui pareti e soffitto si fondono in un continuum spaziale: un allestimento "sensoriale" legato alla contemporaneità, che si pone come punto di contatto tra classicità e futuro.

La manifestazione è organizzata dallo studio Lobo di Correggio, in collaborazione con Ascom Confcommercio di Modena, il Sindacato autonomo mercanti d'arte antica modenesi e realizzata con il contributo di Banca Popolare dell'Emilia Romagna e Vivai Fratelli Tusi. Guarda il sito internet della kermesse 2010

(08 febbraio 2010)
Argomenti: Cultura