Confindustria Modena
Attualità
ARCHIVIO

Stampa l'articolo

Tycoon modenese

Luigi CremoniniLuigi Cremonini nasce a Savignano sul Panaro (Modena) il 28 aprile 1939 in una famiglia di piccoli agricoltori. Il padre alleva e commercia bestiame ed è l'ispiratore della sua vocazione. Studia a Bologna, si diploma perito agrario e in una cooperativa di macellazione fa l'apprendistato. A 23 anni decide di mettersi in proprio.

L'azienda di Castelvetro, che si chiama Inalca (Industria Alimentare Carni), diventa agli inizi degli anni Ottanta la più grande impresa italiana nella lavorazione delle carni bovine. Le strategie di diversificazione portano nel 1979 Cremonini a entrare nel settore del foodservice con la Marr di Rimini, azienda che in 30 anni è diventata leader assoluto in Italia nella distribuzione di prodotti alimentari a bar, ristoranti, alberghi e grandi collettività. Nel 1981 entra nel settore della ristorazione e nel 1985 lancia la prima catena italiana di fast food "Burghy". Gli anni Novanta sono gli anni della ristorazione in concessione con le attività a bordo treno e nelle stazioni ferroviarie che in seguito si ampliano anche ad aeroporti e autostrade: oggi il marchio Chef Express è leader in Italia nella ristorazione dei buffet di stazione, è il primo operatore in Europa nel settore della ristorazione a bordo treno e detiene una posizione rilevante in Italia nella ristorazione autostradale. Nel 2001 prende avvio Roadhouse Grill, la prima catena di steakhouse italiana, con una ventina di ristoranti nel nord Italia. Il Gruppo Cremonini nel 2008 ha realizzato ricavi per 2,7 miliardi di euro ponendosi tra i primi assoluti nel settore alimentare in Italia e fra i principali in Europa.

Nel 1983 Luigi Cremonini ha fondato Assocarni, la principale associazione di categoria di produttori di carne bovina, di cui è tuttora presidente. Ha inoltre ottenuto vari riconoscimenti a livello nazionale e internazionale: nel 1985 è stato insignito Cavaliere del Lavoro dal presidente della Repubblica Alessandro Pertini e ha ottenuto il premio "Orange de Nassau", conferitogli personalmente dalla regina Beatrice d'Olanda; nel 1994 ha ricevuto la laurea honoris causa in Medicina veterinaria dall'Università di Bologna.

Da sempre appassionato collezionista d'arte e sostenitore di iniziative culturali quali mostre ed eventi, è riuscito a coniugare impresa e cultura. Nel 2004 ha completamente finanziato gli scavi archeologici e tutti i lavori relativi all'apertura al pubblico de "La città dell'Acqua", un museo con importanti vestigia di epoca romana nel cuore di Roma. Nel 2007 per la gestione del sito archeologico della Città dell'Acqua, Luigi Cremonini ha ricevuto il prestigioso Premio "Impresa e cultura" di Federculture.

(14 dicembre 2009)