Confindustria Modena
Economia
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
unacoma

Tutto esaurito per Eima International

L’edizione 2010 della rassegna mondiale della meccanizzazione agricola, a Bologna dal 10 al 14 novembre, avrà gli stessi numeri dell’edizione record 2008: 1.600 industrie espositrici su oltre 100 mila metri quadrati netti coperti

Le industrie costruttrici partecipanti, circa 1.100 italiane e 500 estere, impegneranno gli oltre 100 mila metri quadrati coperti netti del quartiere fieristico, ripartite all'interno di 14 settori merceologici specializzati e dei tre saloni tematici di Eima Componenti, Eima Energy ed Eima Mia, rispettivamente dedicati alla componentistica, alle energie rinnovabili e all'agricoltura multifunzionale.

Con la presenza di tutti i più grandi costruttori mondiali, e di un'infinità di aziende piccole e medie altamente specializzate, Eima International offre il panorama completo delle migliori tecnologie per le lavorazioni agricole, la zootecnia, l'agroindustria, la forestazione, l'impiego delle energie rinnovabili e la componentistica di settore, dinanzi a un pubblico composto da operatori economici, agricoltori, contoterzisti nonché ricercatori, esperti e appassionati di meccanica agricola.

Promossa dall'Unione nazionale dei costruttori italiani Unacoma, la rassegna offre il panorama della migliore produzione a livello mondiale e consente una comparazione tra le caratteristiche tecniche dei modelli prodotti dalle diverse marche.

Tra i settori merceologici quello con il più alto numero di espositori risulta la componentistica, con 449 industrie partecipanti, seguito da quello delle macchine per l'irrigazione, con 225 aziende, e da quello delle macchine per la lavorazione, preparazione e concimazione del terreno con 201 aziende.

Oltre al grande numero di industrie italiane molto nutrita è la partecipazione di aziende tedesche (46), spagnole (46), cinesi (51), francesi (39), turche (38) e statunitensi (30).

Il carattere internazionale dell'Eima si evidenzia non soltanto nella partecipazione di industrie costruttrici provenienti da molti Paesi (43 in totale) ma anche dalla partecipazione di operatori economici esteri.

Grazie alla collaborazione dell'Istituto per il commercio estero Ice, che costituisce da sempre un partner istituzionale importante per il settore della meccanizzazione, la rassegna potrà contare su delegazioni provenienti dal Bacino Mediterraneo (Algeria, Egitto, Libia, Marocco, Tunisia), dall'area balcanica e dall'Europa Centro-orientale (Bosnia, Croazia, Serbia, Russia, Romania, Bulgaria, Polonia), dalle Americhe (Argentina, Brasile, Cile, Stati Uniti), dal Medio ed Estremo Oriente (Cina, Corea, Filippine, Giordania, Kurdistan, India, Iraq, Libano, Siria, Vietnam), dall'Africa (Kenya, Etiopia, Sudafrica, Sudan) e dall'Australia.

Per quanto riguarda gli operatori esteri complessivi, si prevede che l'edizione 2010 potrà bissare il successo di quella precedente, quando oltre 22.500 operatori stranieri, provenienti da 130 Paesi, hanno visitato la rassegna.

(14 settembre 2010)