Confindustria Modena
Imprese
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
il riconoscimento

Tellure Rôta
Obiettivo sicurezza

L'azienda di Roberto Lancellotti ha ottenuto
la certificazione Ohsas 18001

Dalle ruote gommate ai rulli: l’importante è rotolare. Tellure Rôta di Formigine, dell’invenzione della civiltà sumerica (con tutti gli accorgimenti tecnici frutto di sei millenni di storia) ne ha fatto il proprio cavallo di battaglia. L’impresa formiginese, in quasi sessant’anni di attività, si è ritagliata una posizione significativa nella produzione e distribuzione di ruote e supporti per uso industriale, civile e domestico.

L’ultimo importante traguardo dell’azienda di Roberto Lancellotti è la certificazione Ohsas 18001 (Occupational Health and Safety Management Systems-Specifications), rilasciata dall’ente di certificazione svizzero Swiss Ts Technical Service Ag, in seguito alle verifiche effettuate dall’ente indipendente di certificazione e ispezione Tuv Italia.

«La normativa Ohsas 18001», spiega la Tellure Rota, «certifica il raggiungimento di un sistema di salute e sicurezza sul lavoro che non soltanto rispetti tutte le normative vigenti, ma che garantisca anche il controllo costante di tutti i rischi e gli imprevisti che possono derivare dalle attività di un’impresa». E conclude: «L’attenzione alla qualità del prodotto, il rispetto dell’ambiente e della sicurezza sul lavoro sono aspetti strettamente connessi, che si declinano tutti i giorni in modo coerente nella nostra attività di produzione».

Tellure Rôta ha 150 dipendenti e un fatturato di circa 28 milioni di euro, realizzato per il 40% sul mercato italiano e per il 60% sul mercato estero. La capacità produttiva è di oltre 40.000 pezzi al giorno, tra ruote, rulli e ruote con supporto. L’azienda è una società per azioni a capitale familiare.

(29 aprile 2009)
Argomenti: Metalmeccanico