Confindustria Modena
Economia
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
il bando

Spinner 2013, l'innovazione si declina al femminile

Il programma della Regione Emilia-Romagna, finanziato dal Fondo Sociale Europeo, promuove le idee innovative delle donne

Un aiuto per trasformare le competenze tecnico-scientifiche delle donne in motore d‘innovazione e sviluppo. Lo mette in campo l’azione regionale Spinner 2013, attraverso il bando "Donne, tecnologia e innovazione". A disposizione del gentil sesso borse di ricerca, servizi e percorsi a supporto delle idee imprenditoriali innovative o di progetti di ricerca industriale e di trasferimento tecnologico.

Spinner 2013 è il programma della Regione Emilia-Romagna, finanziato dal Fondo Sociale Europeo, per la qualificazione delle risorse umane nel settore della ricerca e dell’innovazione tecnologica. «Con questo bando», spiega Paolo Bonaretti, presidente del consorzio che gestisce il programma, «vogliamo contribuire a sostenere l’apporto che le donne già danno all’innovazione: basti pensare che dei 15.000 operatori attivi in Emilia-Romagna, il 47 per cento è rappresentato da loro».

Il bando, aperto fino al 31 marzo 2010, fornisce un sistema di accompagnamento e assistenza alla presentazione delle proposte, percorsi per il rafforzamento della motivazione personale, un servizio di affiancamento da parte d’imprenditrici e innovatrici esperte per capitalizzare l’esperienza progettuale Spinner.

Possono presentare domanda inoccupate e occupate, residenti o domiciliate in Emilia-Romagna, in particolare, ma non solo, laureate e ricercatrici.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito Spinner 2013 oppure rivolgersi a uno degli Spinner Point presenti su tutto il territorio regionale. Dopo la prima scadenza del 4 dicembre, il bando prevede altre due possibilità per presentare domanda: entro il 27 gennaio 2010 ed entro il 31 marzo 2010.

(21 dicembre 2009)