Confindustria Modena
Imprese
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
ceramica

Siti-B&T: con Projecta Engineering vola alto il made in Italy

Con la nuova acquisizione la holding formiginese Barbieri&Tarozzi si assicura la leadership nel settore della decorazione digitale e tradizionale per piastrelle

Da sinistra Fausto, Marco e Fabio TarozziNuova alleanza strategica nel mondo dell'impiantistica per il settore della ceramica: il gruppo Siti-B&T di Formigine ha acquisito le quote di maggioranza di Projecta Engineering, l'azienda di Fiorano specializzata nella progettazione e realizzazione di macchine per la stampa digitale di piastrelle.

In base all'accordo siglato tra le due società, Projecta Engineering sarà responsabile della progettazione e realizzazione di una gamma di macchine per la decorazione di piastrelle ceramiche che utilizzano sia la tecnica digitale che le tecnologie di decorazione tradizionali, mentre Siti-B&T Group seguirà la promozione, distribuzione e commercializzazione, a livello mondiale, delle macchine realizzate da Projecta Engineering.

In merito alla nuova acquisizione, l'amministratore delegato di Siti B&T Fabio Tarozzi dichiara: «Negli ultimi nove anni abbiamo effettuato studi molto approfonditi sia sull'evoluzione della stampa digitale riferita alla decorazione ceramica sia sulle offerte tecnologiche proposte dai vari player di mercato. Alla luce di questi studi i sistemi tecnologici di Projecta Engineering ci hanno positivamente colpiti. Si tratta di un parco macchine ampio che risponde alle esigenze dei più svariati produttori di piastrelle».

Le macchine, realizzate da Projecta Engineering, utilizzano il massimo della tecnologia di stampa digitale Greyscale (stampa in scala di grigio a otto livelli espandibili fino a dodici, vale a dire differenti dimensioni delle gocce di inchiostro) che consente di ottenere un'immagine più intensa e un risparmio di inchiostro rispetto al metodo di stampa binario.

«L'aver sviluppato internamente la tecnologia che governa l'hardware e il software delle nostre macchine è da sempre la principale caratteristica che ci differenzia dalla maggior parte dei competitor», afferma Vincenzo Palombo, amministratore delegato di Projecta Engineering, «e ci consente di guidare l'evoluzione tecnologica adattando le nostre macchine alle ultime innovazioni sviluppate dal nostro dipartimento di Ricerca e sviluppo e di offrire alla clientela un importante servizio di assistenza pre e post vendita che va oltre la semplice assistenza tecnica».

Con questa acquisizione Siti-B&T Group  ha creato una nuova realtà, tutta italiana, leader nel settore della decorazione digitale e tradizionale per piastrelle.

Siti-B&T Group
La Siti-B&T nasce nel 2007 dalla fusione di Barbieri&Tarozzi di Formigine con Società impianti termoelettrici industriali (Siti) di Marano Ticino. Il gruppo, che oggi conta circa 800 dipendenti è che ha un giro d'affari superiore ai 100 milioni di euro, è attivo nel settore della meccatronica e della robotica ed è leader mondiale nel settore dell'impiantistica ceramica.

Projecta Engineering
Projecta, nasce dieci anni fa a Fiorano dall'esperienza di Vincenzo Palumbo che, in pochi anni, l'ha collocata ai vertici tra i produttori di macchine per la decorazione digitale delle piastrelle di ceramica. L'affermazione internazionale dell'azienda arriva infatti con la progettazione e commercializzazione della macchina serigrafia rotativa Keraflex, a tutt'oggi tra le macchine più vendute al mondo per la decorazione di piastrelle di ceramica.

Il prossimo obiettivo di Projecta, diventata Projecta Engineering dopo l'ingresso nel gruppo Siti-B&T Group, è quello di digitalizzare l'intera linea di smaltatura dello stabilimento ceramico attraverso la progettazione di un unico software.

(09 settembre 2010)
Argomenti: Ceramico