Confindustria Modena
Imprese
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
robotica

Sir, porte aperte agli innovatori

L'azienda modenese dal 30 giugno al 3 luglio promuove un open house per presentare le sue novità nel campo dell'automazione robotizzata

Lino FerrariPorte aperte a clienti e fornitori. Dal 30 giugno al 3 luglio, Sir promuove un open house per presentare le novità di automazione robotizzata sviluppate dalle sue tre divisioni Robotica, Robotics&Logistics e Sanitaryware.

«Nonostante le difficoltà contingenti siamo un'azienda che ha voglia di scommettere sul proprio futuro», afferma il legale rappresentante Lino Ferrari. «La crisi non ha cancellato dai nostri orizzonti dinamismo, progettualità e voglia di riscatto».

Una linea di produzione per lo stampaggio, la manipolazione e la smaltatura dei sanitari ceramici, un impianto di fine linea per il packaging e una cella robotizzata dotata di un sistema di visione tridimensionale (brevettato Cubicvision) per la localizzazione e il prelievo degli oggetti all'interno dei contenitori, sono le ultime novità di casa Sir nonché le protagoniste indiscusse dell'open house che prenderà appunto il via mercoledì prossimo.

L'innovazione, per Sir, è l'essenza stessa dell'azienda. In strada nazionale del Canaletto centro l'Università di Modena e Reggio Emilia si è installata da tempo con un laboratorio di progettazione robotica avanzata. «L'area Ricerca e sviluppo di Sir è in continuo fermento. Anche nell'ultimo anno e mezzo abbiamo continuato a lavorare a ritmi serrati, senza mai cedere al pessimismo e allo sconforto. I ricercatori universitari del laboratorio lavorano a stretto contatto con i nostri tecnici su progetti che guardano al futuro e che hanno una rispondenza immediata con le esigenze industriali e produttive del nostro territorio».

Con 80 dipendenti, un fatturato 2009 di circa 20 milioni di euro e un flusso di esportazioni che ha il suo zoccolo duro nel Vecchio Continente, Sir è una delle realtà leader nel panorama della robotica industriale. Abb, il primo produttore al mondo di robot industriali, annovera l'azienda modenese (che fa capo al Gruppo Siti B&T di Formigine) fra i suoi cinque principali partner strategici internazionali. Sir vanta oltre 2.300 impianti funzionanti nel mondo, installati nella maggior parte dei comparti produttivi, dalla piccola officina artigiana alla grande multinazionale.

(28 giugno 2010)
Argomenti: Metalmeccanico