Confindustria Modena
Società
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
il concorso

Tutti i vincitori di "Scommetti che smetti?"

All’edizione 2010 hanno partecipato 329 persone. I premi sono stati assegnati a 42 partecipanti che sono riusciti ad abbandonare le sigarette

Alcuni dei partecipanti di "Scommetti che smetti?"Hanno vinto la loro battaglia contro le sigarette i premiati di "Scommetti che smetti?", l'iniziativa organizzata dall'Azienda Usl di Modena e dall'Azienda ospedaliero-universitaria Policlinico, in collaborazione con le associazioni Lilt e "Gli Amici del Cuore", allo scopo di eliminare il vizio del fumo e di diffondere sani stili di vita.

La consegna dei premi è avvenuta sabato mattina all'ipermercato E. Leclerc-Conad Centro Commerciale "La Rotonda", a Modena: 42 persone hanno ricevuto un premio assegnato a seguito di un'estrazione tra tutti i partecipanti che sono riusciti ad abbandonare le sigarette nel periodo compreso fra il 2 e il 29 maggio. Questi ultimi si sono anche sottoposti alle verifiche finali previste dal regolamento, cioè alla misurazione del valore di monossido di carbonio nel respiro e la quantità di cotinina presente nelle urine.

Nel corso della cerimonia sono state attribuite due menzioni speciali a Cataldo Piancone e a Sabrina Bulgarelli, rispettivamente medico di Medicina generale e pediatra di libera scelta. Le targhe sono state consegnate dal consigliere dell'Ordine provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Modena Lodovico Arginelli.

Quest'anno all'iniziativa  hanno partecipato 329 persone. In concorso ha coinvolto prevalentemente soggetti di età compresa tra i 36 e i 55 anni, ma ha avuto una forte eco anche tra i più giovani (ben il 48 per cento degli iscritti ha un'età compresa tra i 18 e i 35 anni), e ha avuto particolare successo tra gli uomini, che rappresentano oltre la metà degli iscritti al concorso. Ben il 67 per cento dei partecipanti ha dichiarato di fumare oltre 10 sigarette al giorno, mentre il 21 per cento di loro ha affermato di fumare più di un pacchetto al giorno. Il 10 per cento dei partecipanti ha fumato per più di 25 anni della loro vita. Inoltre, il 20 per cento degli iscritti a "Scommetti che smetti?" ha colto l'occasione del concorso per tentare per la prima volta di abbandonare l'abitudine alla sigaretta. Quanto all'attività lavorativa dei partecipanti, circa il 50 per cento lavora in aziende private, l'8,5 per cento è lavoratore autonomo, il 7,3 studente, il 6,7 pensionato, il 6 operatore sanitario, il 5 disoccupato e il 2 casalinga.

Nella provincia di Modena, così come a livello nazionale, si stima che poco meno di una persona su tre sia classificabile come fumatore. In particolare la prevalenza di fumatori è più alta fra gli uomini e nelle classi d'età sotto i 50 anni.

I vincitori dell'edizione 2010 di "Scommetti che smetti?"
Matteo Gotti, Massimiliano Pellacani, Lorena Valmori, Giulia Tagliani, Alberto Cassanelli, Rubina Gaudino, Beatrice Cerchiari, Stefano Palladino, Alessandra Sportelli, Laura Brini, Giada Togni, Fabio Palmieri, Mario Cavicchioli, Daria Ternelli, Gianluca Testi, Umberto Diena, Miriam Tazzioli, Luciano Ori, Vincenza Tomasello, Salvatore Alfieri, Romeo Venturi, Federica Benassi, Nicolò Lo Re, Patrizia Sereni, Carlo Giarnieri, Christian Medici, Lucia Lioci, Marina Fabiola D'Antuono, Mari Livio, Vito Lorenzo Di Pinto, Vasilena Stribinova, Massimo Del Nero, Lella Monduzzi, Diana Carli, Stefania Melotti, Riccardo Sgarbi, Marco Gazzotti, Michele Tenace, Mirka Tonelli, Maurizio Perris, Paolo Balugani e Cristina Capozzi.

A premiarli sono stati Stefano Cencetti, Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico di Modena; Giuseppe Fattori, Programma Territoriale "Comunicazione e Promozione della Salute" dell'Azienda Usl; Massimo Bigarelli, Gruppo di progetto interaziendale "Territorio senza fumo"; Lodovico Arginelli, Ordine provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Modena; Gianluca Grazioli, Lilt Modena; Roberto Gatti e Giuliano Alessandrini, Associazione "Gli Amici del Cuore"; Claudia Martelli, Confindustria Modena; Chiara Buttarini, Cna Modena; Alberto Carretti, Lapam-Federimpresa; Oscar Ratti, E. Leclerc-Conad; Carlos Chiessi, Federfama Modena; Franco Bertoli, Coni Modena; Vera Tavoni, Uisp Modena; Annalisa Bollini, Modena Football Club; Renata Frammartino, Federconsumatori Modena; Emilio Zanoli, Spi-Cgil Modena; Giovanni Rompianesi, Assessorato provinciale Politiche sociali, per la salute e la sicurezza delle persone; Emilio Barbieri e Ermanno Casari, Consorzio Modena a Tavola; Gerardo Bianchi, Sma; Diego Ferrari, Radio Stella; Stefano Gobbi, Csi; Guido Sirri, Consorzio Il Mercato Modena.

(07 giugno 2010)