Confindustria Modena
Imprese
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
oleodinamica

Sai Motori Idraulici acquisisce Intermot

La famiglia Pecorari, azionista della Sai Motori Idraulici, ha completato l'acquisizione di Intermot, storico marchio italiano per la produzione di motori a pistoni radiali


La famiglia Pecorari, azionista della Sai Motori Idraulici, ha completato l'acquisizione di Intermot, storico marchio italiano per la produzione di motori a pistoni radiali.

L'accordo conclusivo è stato firmato dai rappresentati della famiglia Pecorari verso la fine del 2010. Dall'inizio del 2011 la nuova società è diventata operativa con un nuovo stabilimento produttivo in Italia, oltre all'introduzione di significativi miglioramenti al design dei prodotti Intermot per aumentare le prestazioni e l'efficienza dei motori.

L'acquisizione rappresenta un importante passo in avanti nei confronti di un'alleanza strategica iniziata più di vent'anni fa, quando durante un periodo di difficoltà, la famiglia Pecorari si è unita a Intermot e ha giocato un ruolo decisivo nel suo rinnovamento, sia dal punto di vista finanziario che tecnico.

Molti e significativi sviluppi sono stati apportati alle componenti del motore: distributore, albero a gomito, cuscinetto centrale integrato. Questi cambiamenti hanno permesso al prodotto di rinnovarsi nel mercato e ciò ha inoltre portato a un miglioramento nelle relazioni con i clienti, fornitori e istituzioni finanziarie.

All’inizio degli anni Novanta uno dei business principali di Intermot, quello delle macchine a iniezione per la plastica, iniziò a spostarsi verso l’Estremo Oriente. La produzione si trasferì e venne costituita una nuova sede produttiva in Cina per rispondere meglio alle esigenze del mercato asiatico. Situata nella città di Ningbo, questa filiale ha permesso alla Intermot Motori di affermarsi come leader nel mercato cinese.

(21 maggio 2011)
Argomenti: Metalmeccanico