Confindustria Modena
Attualità
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
confindustria modena

Riprendono gli "aperitivi con l'innovazione" del Gruppo Giovani

"Cellule staminali epiteliali e medicina rigenerativa" è il titolo del secondo appuntamento 2010 che si svolgerà lunedì 27 settembre alle ore 17, presso la Facoltà di Ingegneria

Dopo "I materiali innovativi a servizio dell'impresa" dello scorso 24 febbraio, riprende la serie di incontri sul tema dell'innovazione tecnologica promossa dal Gruppo Giovani di Confindustria Modena in collaborazione con Democenter.

L'appuntamento, dal titolo "Cellule staminali epiteliali e medicina rigenerativa", è lunedì 27 settembre, presso la Facoltà di Ingegneria "Enzo Ferrari" dell'Università di Modena e Reggio Emilia di via Vignolese 905.

All'incontro, che racconterà come Modena con il sul centro di medicina rigenerativa sia diventata il polo più avanzato a livello mondiale nella ricerca e nelle applicazioni terapeutiche delle cellule staminali epiteliali, interverranno il rettore dell'ateneo modenese Aldo Tomasi, il presidente di Democenter Alberto Mantovani, il direttore del Policlinico Stefano Cencetti e il direttore del Centro Medicina Rigenerativa "Stefano Ferrari" dell'Università di Modena e Reggio Emilia Michele De Luca.

La medicina rigenerativa rappresenta oggi una delle più promettenti frontiere della medicina, che studia la biologia e le applicazioni delle cellule staminali finalizzata alla ricostruzione di tessuti danneggiati. È basata sulla capacità di espandere in coltura popolazioni di cellule staminali e di condizionarne il differenziamento verso il tipo cellulare caratteristico del tessuto che si cerca di ricostruire.

Il centro di medicina rigenerativa "Stefano Ferrari" nasce con l'obiettivo di curare patologie che non hanno terapie alternative: in particolare, è il punto di riferimento a livello mondiale per la ricostruzione degli epiteli di rivestimento compromessi e per la terapia genica di malattie dermatologiche rare, a oggi senza possibilità di cura.

L'alta specializzazione "epiteliale" del Centro lo pone in una posizione di assoluta avanguardia, dal momento che non esiste al mondo un altro centro in
grado di affrontare il problema della medicina rigenerativa con le cellule staminali epiteliali nella sua interezza.

(20 settembre 2010)
Argomenti: Confindustria