Confindustria Modena
Finanza
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
credito

Rinnovato l'accordo con Cariparma

Le imprese associate a Confindustria Modena fino al 31 dicembre 2011 avranno accesso a un plafond di 20 milioni di euro per progetti di investimento, di internazionalizzazione, di ricapitalizzazione aziendale, nonché per investimenti nel campo delle energie alternative

Confindustria Modena ha rinnovato con Cariparma-Crédit Agricole l'intesa che consente alle imprese associate di avere accesso, a condizioni di favore, a un plafond di 20 milioni di euro per progetti di investimento, di internazionalizzazione (con eventuale garanzia Sace), di ricapitalizzazione aziendale, nonché per investimenti nel campo delle energie alternative.

È inoltre previsto un prodotto dedicato a sostenere i processi di rafforzamento patrimoniale delle imprese, cosi come previsto dall'accordo sulla moratoria dei debiti.

Il plafond, con scadenza 31 dicembre 2011, potrà essere destinato al compimento di operazioni, valutate singolarmente di volta in volta dalla banca finalizzate all'anticipo salvo buon fine (Sbf) e anticipo crediti export; alla ricapitalizzazione aziendale; al sostegno degli investimenti in innovazione tecnologica sia di prodotto sia di processo; a progetti di internazionalizzazione (con eventuale garanzia Sace); a progetti nel campo delle energie alternative ( con finanziamento chirografario o ipotecario); al sostegno agli investimenti produttivi.

La convenzione prevede che le suddette operazioni vengano erogate a un tasso di interesse pari all'Euribor a 3 mesi maggiorato di spread variabili, a seconda della forma tecnica di finanziamento e del rating assegnato alle aziende. Per ulteriori informazioni contattare l'area Fisco e finanza di Confindustria Modena: fiscale@confindustriamodena.it - 059448342.

(25 febbraio 2011)
Argomenti: Credito