Confindustria Modena
Società
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
il libro

Riccardo Ruggeri, l'operaio manager

Nel libro "Una storia operaia" l'autore racconta la sua incredibile carriera: da operaio negli stabilimenti Mirafiori ad amministratore delegato in New Holland

Ieri operaio, oggi manager nel mondo delle assicurazioni e della moda. Riccardo Ruggeri è il classico esempio del self made man che, poco alla volta, ha scalato tutti i gradini di una carriera difficile ma ricca di soddisfazioni. Per raccontare la sua storia, Ruggeri ha scelto la strada della biografia e, dallo scorso mese di agosto, è in vendita per i tipi di Francesco Brioschi Editore il libro autobiografico "Una storia operaia".

Mercoledì 28 ottobre alle 18, presso l’auditorium "Giorgio Fini" di Confindustria Modena, l'autore verrà a presentare la sua ultima fatica letteraria (ha già pubblicato una decina di testi di management e il romanzo "La seduzione del potere") rispondendo alle domande del direttore de "L’Informazione di Modena" Eugenio Tangerini.

Nel volume, Riccardo Ruggeri racconta con orgoglio di essere figlio e nipote di operai, nato «nella portineria al civico 9 di piazza Vittorio a Torino». Inizia a lavorare da operaio alla Fiat Mirafiori e finisce per ricoprire la posizione di amministratore delegato della New Holland.

Le pagine scritte da Ruggeri narrano di scelte maturate in situazioni di grande pressione, di salvataggi e di fusioni entrate nella storia dell'economia italiana come il caso New Holland. Contemporaneamente il testo rappresenta una miniera di spunti manageriali: analisi dei business, di strategia aziendale, di organizzazione produttiva.

L'uscita dal Lingotto di Riccardo Ruggeri coincide con la parabola discendente di Fiat Holding. Dopo quella lunga avventura, comincia una nuova carriera come consulente internazionale di business. Durante la sua lunga attività professionale ha lavorato con Gianni e Umberto Agnelli, Franco e Carlo De Benedetti, Cesare Romiti, Franco Tatò e ha incontrato, per motivi di lavoro, Enzo Ferrari, Vittorio Valletta, Carlo d'Inghilterra e altri illustri personaggi italiani e stranieri.

(26 ottobre 2009)
Argomenti: Confindustria