Confindustria Modena
Imprese
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
Bologna

Redi, sottoscritto l'accordo relativo al premio di risultato

L'accordo prevede l’introduzione, tra i parametri, anche di quello relativo alla sicurezza sottolineando la massima attenzione verso il concetto di "Safety Behaviours"

È un periodo di grande sviluppo e importanti risultati quello che Redi sta vivendo, anche grazie al prezioso contributo dell’amministratore delegato Cristina Antoniazzi, già direttore finance e da due anni a capo dell’azienda di Zola Predosa, in provincia di Bologna.

Tra gli importanti obiettivi raggiunti, l'ultimo, in ordine di tempo, è la sottoscrizione, nel giugno scorso, di un accordo riguardante il premio di risultato che, in linea con il progetto "Go for Zero" del Gruppo Aliaxis, di cui l’azienda fa parte, prevede l’introduzione, tra i parametri, anche di quello relativo alla sicurezza sottolineando la massima attenzione verso il concetto di "Safety Behaviours". L’accordo presuppone inoltre la possibilità per i dipendenti di trasformare parte del premio in welfare attraverso una piattaforma dedicata messa a disposizione dall’azienda.

Da oltre cinquant’anni il gruppo industriale bolognese studia e fornisce le soluzioni migliori per il trattamento dell’acqua: dalla gestione interna degli edifici fino allo smaltimento in natura. Redi è infatti specializzata nella produzione di sistemi specifici per l’intera filiera, dagli impianti di conduzione, adduzione dell’acqua sanitaria e distribuzione del gas, ai sistemi di scarico e drenaggio del suolo con le soluzioni antiriflusso, agli impianti per la depurazione delle acque reflue, meteoriche e per finire anche alla ventilazione e trattamento dell'aria.

Redi è stata la prima azienda a introdurre il pvc nei sistemi di scarico delle acque; ha inoltre messo a punto i sistemi in polipropilene e successivamente ha brevettato il dBlue, l’applicazione in grado di resistere agli impatti delle basse temperature e di fonoassorbire i rumori. Anticipando le esigenze, con Phonoline ha ottimizzato ai massimi livelli la fonoassorbenza dell’intero apparato.

Lo sviluppo sostenibile e il rispetto del territorio intrapresi da Redi vengono confermati dalla conformità alle normative europee, dalle certificazioni ambientali conquistate e, di recente, dalla partnership con Green Building Council Italia (GBC Italia), l’associazione che certifica che l’intera produzione di Redi risponda ai parametri di progettazione e realizzazione di edifici salubri, energeticamente efficienti e a impatto ambientale contenuto, previsti dal sistema di certificazione indipendente LEED® - Leadership in Energy and Environmental Design.

(03 agosto 2017)