Confindustria Modena
Imprese
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
internet

Rcm e Slaughtering, il web si rinnova

L'azienda di Casinalbo e quella di Modena hanno rinnovato le pagine e i contenuti dei loro portali istituzionali

Rcm
Per Rcm parlare di un semplice restyling grafico è riduttivo: si tratta infatti di un'operazione di riorganizzazione dei contenuti, necessaria in virtù dei nuovi servizi introdotti dall'azienda di Casinalbo.

Una sezione specifica è dedicata alla ricerca personalizzata dei modelli dei macchinari per la pulizia Rcm secondo le esigenze specifiche di superficie di pulizia e di resa oraria delle macchine.

Una particolare attenzione è stata riservata alla macchina Slalom H2 Clean, la motoscopa a idrogeno presentata lo scorso autunno alla Fiera di Verona. La piattaforma internet di Rcm è attualmente fruibile in cinque lingue.

Tre stabilimenti a Casinalbo, una filiale in Toscana, una a Milano, una a Barcellona e una a Madrid per un totale di 120 dipendenti. Con questi numeri il Gruppo Rcm detiene oggi una quota di mercato pari al 30 per cento, facendo dell'Italia il secondo Paese al mondo, dopo gli Stati Uniti, per la produzione di macchine per la pulizia professionale.

Slaughtering
Il nuovo sito web di Slaughtering si presenta di facile consultazione e ricco di documentazione fotografica.

L'azienda modenese ha deciso di arricchire la categoria prodotti con numerose novità tecniche, con particolare riguardo per le linee di macellazione di bovini e suini.

«Gli impianti chiavi in mano», afferma il direttore commerciale estero Stefano Traversi, «riscuotono grande successo e sono il nostro fiore all'occhiello. A loro abbiamo dedicato una categoria apposita. Il sito presenta una vasta rassegna stampa, e sarà pubblicato anche in russo e inglese». Punti fissi sono il focus sugli impianti di lavorazione del sangue e il catalogo on line dei prodotti Hocker, di cui Slaughtering, dal 2006, è rivenditore esclusivo per l'Italia.

«Con la società di Mirandola Digital Eye», spiega Stefano Traversi, «abbiamo definito un periodo di web marketing lungo sei mesi, per verificare giornalmente il numero e la provenienza dei contatti».

(08 marzo 2010)