Confindustria Modena
Stampa l'articolo

Il protocollo d'intesa notai-pmi

La recente intesa tra Piccola Industria di Confindustria e il Consiglio Nazionale del Notariato prevede un rapporto di collaborazione che favorisca, in un momento così difficile per l’economia, tutte le iniziative utili a massimizzare il sostegno alle pmi. A tal fine, Giuseppe Morandini, presidente della Piccola Industria di Confindustria Nazionale e Paolo Piccoli, presidente del Consiglio Nazionale del Notariato, nel protocollo di intesa concordano sull'opportunità di avviare iniziative congiunte nelle seguenti aree: consulenza istituzionale gratuita sul territorio, soluzioni interpretative e innovative in merito a norme specifiche sull’impresa, proposte normative, tecnologie informatiche e telematiche.

Il Consiglio Nazionale del Notariato si impegna a «sensibilizzare le associazioni territoriali per la migliore attuazione di questo progetto che riguarda le piccole e medie imprese, le quali rappresentano in termini numerici, di fatturato e di diffusione sul territorio, un punto di forza essenziale per il tessuto produttivo e sociale del Paese».

A differenza delle grandi imprese, le pmi non possono avvalersi, in genere, di strutture interne con competenze giuridiche qualificate.
Da parte sua, il notariato rimarca il proprio ruolo di istituzione tradizionale di protezione del sistema economico e sociale in momenti essenziali della vita delle persone e delle imprese (trasferimenti immobiliari, costituzioni, aumenti di capitale, trasferimenti aziendali) rendendo sicuri e di facile accertamento i diritti mediante l’affidabilità dei registri pubblici.

(16 novembre 2009)