Confindustria Modena
Società
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
bologna

Premio Marco Biagi, sei aziende modenesi in lizza

Modena è il territorio dell'Emilia-Romagna che ha prodotto il maggior numero di candidature. Venerdì 16 marzo le premiazioni de Il Resto del Carlino

Il 19 marzo ricorre il decennale dell'uccisione di Marco Biagi, il giuslavorista bolognese docente di Diritto del lavoro all'Università di Modena.

In questo anniversario così importante, che in questi giorni si carica di attese e motivi di grande tensione politica e sociale per gli sviluppi del dibattito sulla riforma del mercato del lavoro, torna anche il "Premio Marco Biagi-il Resto del Carlino per la Solidarietà Sociale", giunto quest’anno alla sesta edizione, con importanti novità.

«Nato come premio riservato alle associazioni di volontariato di Bologna e provincia, già nel 2011 avevamo allargato l’area di attenzione alle province di Modena e Ravenna», spiega il direttore di Qn e de Il Resto del Carlino Pierluigi Visci. «Per il decimo anniversario, che celebreremo venerdì 16 marzo per favorire le numerose iniziative cui dovrà partecipare la famiglia Biagi, il Premio diventa regionale, e dunque allarga la sua sfera di attenzione a tutte le province dell’Emilia Romagna (meno Parma e Piacenza) dove operano edizioni del nostro giornale. Dunque, oltre a Bologna, Modena e Ravenna, anche Reggio Emilia, Ferrara, Imola, Rimini, Forlì e Cesena».

Ma c'è anche una novità di contenuto. «Quest’anno al nostro fianco scende in campo Confindustria Emilia Romagna con una sezione dedicata alle imprese che creano lavoro per i giovani, quel lavoro giovanile per il quale il professor Biagi si é speso, intellettualmente (e non solo), fino alla morte».

Da Modena è giunto il maggior numero di candidature (Bellco, Clm, Kerakoll, Makeitalia, Primi sui motori, Tellure Rôta). A seguire Reggio Emilia (Fm, Isi Plast, Righi Srl), Ferrara (Cti, Fava, Pasquali), Forlì-Cesena (Gruppo Trevi e Righi Group), Rimini (Fortech e La Galvanina), Bologna (Guaber) e Ravenna (Golfera).

Le candidature saranno valutate da una giuria costituita da imprenditori degli organi regionali di Confindustria, che individueranno tre aziende: una vincitrice assoluta e due menzioni speciali. Le tre aziende riceveranno il riconoscimento in occasione della cerimonia pubblica di consegna del premio, che si terrà venerdì 16 marzo a Bologna alle ore 15 presso la sede de Il Resto del Carlino, alla presenza dei rappresentanti del Governo e delle autorità regionali e locali.

(11 marzo 2012)
Argomenti: Confindustria, Cultura