Confindustria Modena
Società
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
edizione 2011

Il "Premio Corni" a Franco Bellei

Sabato 21 aprile, alle 10.30 in via Leonardo da Vinci, la premiazione dell'ex vicepresidente di Unicredit

Franco BelleiFranco Bellei, ex vicepresidente di Unicredit, è l'ottavo premiato dall'associazione "Amici del Corni". Prima di lui Alberto Mantovani, Onelio Prandini, Mario Gorzanelli, Mario Zucchelli, Umberto Panini, Erio Tosatti e Piero Ferrari.

Il premio Corni è stato istituito nel 2004. Il comitato scientifico è composto dal presidente e dai vicepresidenti degli Amici del Corni, dal dirigente scolastico provinciale, dal dirigente scolastico dell'Itis Corni, dal dirigente scolastico Ipsia, dai due docenti dell'Itis che di anno in anno sono designati responsabili dell’organizzazione delle Settimane della Scienza e della Tecnica. Il destinatario del premio, recita lo statuto «deve essere un ex alunno che si è particolarmente distinto nella sua professione».

Sabato 21 aprile, oltre alla cerimonia di conferimento del premio, saranno consegnati gli attestati di merito agli alunni diplomati col massimo dei voti e consegnate le borse di studio. Per informazioni: info@amicidelcorni.it o 3387736584.

Il profilo di Franco Bellei
All'istituto tecnico "Corni", Bellei seguì il corso di metalmeccanica. Nel 1969 si laurea in Scienze biologiche a Modena e comincia a lavorare come responsabile commerciale dell'Istituto Chemioterapico Italiano. Una carriera rapida: all'età di 28 anni è già capoarea. Nel frattempo si iscrive a Sociologia a Urbino, l’unica facoltà che, con i corsi anche in luglio e agosto, consentiva di conciliare studio, lavoro e impegni di famiglia.

Si laurea con il massimo dei voti, nel 1975, e cambia lavoro diventando responsabile del Personale alla Caprari di Modena. Terminata questa parentesi in azienda («una vera palestra formativa per i rapporti con i dipendenti e con il sindacato») si avvia alla libera professione in Economia e Organizzazione d’impresa.

Nel 1987 arriva la nomina a presidente della Cassa di Risparmio di Modena. Ha vissuto in prima persona tutti i passaggi della banca: Carimonte, Rolo Banca e infine Unicredit con un salto da 800 dipendenti e 32 sportelli a 170.000 dipendenti in 23 Paesi del mondo. Nel 2009 termina il suo rapporto con Unicredit. Oggi è presidente di Privata Leasing di Reggio Emilia.

«Nella mia classe», ricorda Bellei, «di modenesi ce n'erano solo cinque. Tutti gli altri alunni venivano da fuori città. Studiavano intensamente nonostante i sacrifici enormi: sveglia alle sei del mattino per prendere la corriera o il trenino e rientro a casa anche alle otto di sera. Solo a quell’ora cominciava lo studio individuale. studenti eccezionali, di esempio per gli altri. E non a caso molti di quei ragazzi hanno fatto carriere importanti».

(13 aprile 2012)
Argomenti: Cultura