Confindustria Modena
Imprese
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
modena

Poste italiane, inaugurato il nuovo quartier generale

La struttura è il nuovo centro motore che sovrintende all'attività dei 149 uffici postali dislocati nei 45 comuni del territorio provinciale

Da sinistra: Giorgio Pighi, Patrizia Zagnoli e Doriano Bolletta

Taglio del nastro stamattina, alla presenza delle massime autorità cittadine, per la nuova sede direzionale della filiale di Modena di Poste Italiane in via Divisione Acqui. La struttura è il nuovo centro motore che sovrintende all'attività dei 149 uffici postali, dislocati nei 45 comuni del territorio provinciale. Nell'edificio hanno trovato sede, al piano terra, anche l’ufficio Poste Impresa e il nuovo ufficio postale di Modena 11.

L’esigenza di adattare i locali alle funzioni aziendali ha richiesto l’esecuzione di importanti interventi di riconfigurazione, attuati con l’impiego di pareti mobili, adatte a creare ambienti di lavoro ampi e visibili senza tuttavia trascurare la privacy tra i diversi settori operativi.

Il responsabile territoriale dell’Area Centro Nord, Doriano Bolletta, ha evidenziato come «proprio oggi, per una fortunata circostanza, l’inaugurazione di questa struttura di Poste Italiane è per noi un evento all’interno di un altro evento: la Giornata Mondiale del Risparmio che Poste Italiane celebra a livello nazionale. L’iniziativa vuole sensibilizzare soprattutto i più giovani al valore etico del risparmio con alcuni semplici messaggi e facendo ricorso a esempi facilmente comprensibili. Educare a risparmiare vuol dire infatti insegnare ad utilizzare al meglio le risorse disponibili e pensare al proprio futuro».

Doriano Bolletta ha poi allargato il discorso all’Area Centro Nord (Emilia-Romagna e Marche) e cioè alle 15 filiali (fra le quali quella di Modena è una fra le più importanti) che quotidianamente gestiscono 1.453 uffici postali (993 in Emilia-Romagna e 460 nelle Marche) dotati in totale di 6.129 postazioni tutte informatizzate e collegate in rete (4.265 Emilia Romagna, 1.864 Marche). Sono 565 le sale per offrire informazioni riservate alla clientela (365 Emilia Romagna, 200 Marche) e 572 gli sportelli automatici Postamat (391 Emilia Romagna, 181 Marche). Una vera e propria "rete di reti" che serve quotidianamente le popolazioni residenti in 587 Comuni.

«A Modena Poste Italiane», ha sottolineato la direttrice provinciale Patrizia Zagnoli, «è un gruppo importante, radicato sul territorio, che sta spingendo sempre di più verso una gestione industriale e manageriale della propria attività, con l’obiettivo di migliorare l’efficacia e l’efficienza dei propri servizi. Poste Italiane si propone oggi come una delle maggiori infrastrutture del modenese grazie alla capillarità dei suoi uffici e all’offerta di una gamma di prodotti e servizi. Per le esigenze di piccole e medie imprese, liberi professionisti e operatori economici, la filiale di Modena mette a disposizione inoltre 2 uffici Poste Impresa: uno qui in via Divisione Acqui e un altro a Carpi in via Cesare Battisti».

Il sindaco Giorgio Pighi ha ricordato che Poste Italiane ha anche un ruolo culturale. «Attraverso la filatelia promuove nuova socialità, nuova linfa creativa, presupposto per una società più matura e capace di scelte consapevoli».

(26 ottobre 2011)
Argomenti: Credito