Confindustria Modena
Imprese
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
edizione 2010

Parla modenese il Meeting di Rimini

L'agenzia R&S&C, specializzata in comunicazione e marketing, curerà l'immagine dell'evento riminese in programma dal 22 al 28 agosto prossimi

«Quella natura che ci spinge a desiderare cose grandi è il cuore»: è con questa massima di Don Giussani che il Meeting di Rimini 2010 aprirà i battenti il prossimo 22 agosto.

Tutta la comunicazione dell'evento organizzato dal movimento ecclesiale Comunione e liberazione, compresa l'immagine concept, sarà curata dall'agenzia modenese R&S&C, nata nel 1991 e specializzata in comunicazione e marketing. R&S&C collaborerà con una squadra di 14 persone addette all'organizzazione e con oltre tremila volontari.

Con le sue quasi 800.000 presenze annuali, il Meeting di Rimini è il festival estivo di incontri, mostre, musica e spettacolo più frequentato del mondo. Viene gestito grazie all'appassionato lavoro dei volontari, in gran parte giovani, ed è soprattutto grazie a loro se è diventato anche una manifestazione dai grandi numeri: i dati dell'ultima edizione parlano di 439 mostre, 3.300 incontri, 6.000 personaggi e oltre 900 giornalisti accreditati.

Sul palcoscenico del meeting si sono avvicendate le personalità più significative del nostro tempo: da Giovanni Paolo II a Chaim Potok, dall'allora cardinale Ratzinger a Madre Teresa di Calcutta, dal Dalai Lama a Eugène Ionesco, da Andrei Tarkovskij a Riccardo Muti, da Lech Walesa a Ibraim Rugova, dal cardinale Jean-Louis Tauran a Amre Moussa, da Carlo Rubbia a George Smoot, da Ennio Morricone a José Carreras, da Jean Guitton a Luigi Giussani, da Simone Veil a Martha Graham, da David Rosen a François Michelin, da Mario Draghi a Tony Blair.

«Promuovere e comunicare questo evento», scrive l'agenzia di via Baccelli, «è per noi motivo di grande orgoglio. R&S&C ha un'occasione preziosa per dimostrare il suo valore nell'ambito della comunicazione istituzionale, che insieme al B2B rappresenta il core business dell'azienda».

(31 maggio 2010)
Argomenti: Terziario