Confindustria Modena
Attualità
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
la storia

Da Maranello alla conquista del deserto australiano

Polvere, deserto, fuoco, acqua, meccanica e tanta energia. EmmeWeb pubblica il "diario di bordo" del team che ha portato al World Solar Challenge 2011 Emilia 2, la macchina elettrica messa a punto da un pool di aziende del territorio, università e Ipsia Ferrari di Maranello

Il team Onda Solare all'arrivo di Adelaide

Tremila chilometri di deserto, più della metà dei quali percorsa grazie all’energia solare: una sfida vinta nonostante le avverse condizioni climatiche. Gli incendi imponenti scatenatisi ai margini della Stuart Highway e i temporali che hanno accompagnato la gara da Alice Springs verso Adelaide hanno reso la prova estremamente dura. Fuoco, acqua e sole: le squadre dotate di grandi mezzi economici hanno tenuto medie di circa 100 Km/h per 3.022 chilometri spinti solo dalla luce.

Grande battaglia all’ultimo ampere sul filo del minuto ai 120 km/h tra i top team universitari di Tokai (Giappone), Nuon (Olanda) e Michigan (Usa). Tokai ha avuto la meglio. Solo 7 team hanno percorsi tutti i 3.000 chilometri. Ogni squadra partecipante, perlopiù istituti universitari tra i più prestigiosi al mondo, ha dimostrato la maturità tecnologica e il giusto spirito di ricerca volto a esplorare le prospettive della mobilità a emissioni zero.

L’originale personalità del veicolo italiano, realizzato sulla via Emilia tra Università (Bologna), scuola (Maranello) e artigiani (motor Valley), ha suscitato curiosità e ha restituito sulla strada tutta l’energia e la fatica spese per la sua appassionata realizzazione. La scelta di una strategia di gara tesa ad affrontare integralmente il percorso nella sua parte iniziale più difficoltosa ci ha penalizzato nella classifica generale (22esimo posto su 37 team) ma ha dimostrato l’affidabilità delle nostre scelte. Calcoli, meccanica, esposizioni al sole, fluidodinamica, potenze, consumi, tensioni, strategie e leale spirito di squadra: sono stati questi gli elementi quotidiani del pensiero dei partecipanti, oltre mille persone, (giovanissime) durante tutto il World Solar Challenge 2011 qui in Australia. Da qualche ora la solar car italiana ha iniziato il suo viaggio per mare alla volta dell’Italia: sarà lei, insieme a tutti noi, al suo arrivo in Italia, a raccontare nei dettagli l’impresa sulla Stuart Highway.

Il World Solar Challenge 2011

Dal 16 al 23 ottobre 2011, 37 team da 22 Paesi del mondo hanno percorso i 3.000 chilometri di deserto che separano Darwin da Adelaide. Dal nord al sud dell'Australia, in condizioni climatiche estreme, le squadre si sono sfidate a colpi di strategie e prestazioni. Per ogni tappa, ogni giorno, quattro piloti si sono alternati alla guida di Emilia 2. La partenza di Onda Solare da Bologna - Guarda il video

(31 ottobre 2011)