Confindustria Modena
Società
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
marzaglia

Nasce il Museo internazionale del Volley

L'inaugurazione avverrà domattina, alle ore 12 in via Pomposiana 216 a Marzaglia

Antonio PaniniNon solo terra di motori ma anche terra di sport. Modena, per la sua tradizione e l'affetto verso la pallavolo, diventa il luogo ideale per ospitare il Museo del Volley e raccontarne la passione attraverso documenti e cimeli.

Oggetti che narrano storie: l'eco di un match point, il boato degli spalti, la fatica di ore di allenamento, una coppa inseguita per mesi, una diretta televisiva mozzafiato, ma anche un gagliardetto che rimanda a una stretta di mano o la maglietta che ha vestito un grande campione.

Dopo un attento lavoro di raccolta, avviato da Antonio Panini (figlio dell'indimenticato Giuseppe dal quale ha ereditato la passione per la pallavolo) con il generoso contributo di decine di sportivi, società e appassionati che hanno scelto di condividere oggetti e testimonianze della propria carriera, apre al pubblico il Museo internazionale del Volley.

Domattina alle ore 12, le autorità sportive e istituzionali e il comitato direttivo del museo (Antonio Panini, Maria Carafoli, Camilla Iulli, Fabrizio Anderlini, Leo Novi, Andrea Nannini, Franco Bertoli e Giulia Bagni) taglieranno il nastro delle sale di via Pomposiana 216 a Marzaglia.

Dopo la conferenza stampa e l'inaugurazione del mattino, il museo sarà visitabile gratuitamente già nel pomeriggio. Un luogo di storia sportiva che si annuncia come nuova tappa irrinunciabile per tutti gli appassionati in visita alla nostra città.

Nei giorni successivi all'inaugurazione, il museo sarà aperto gratuitamente al pubblico dalle ore 9 alle 13, dal lunedì al venerdì, con la possibilità di concordare visite di gruppo su appuntamento nel pomeriggio o nel fine settimana. Ospiterà anche mostre temporanee tematiche e si costituirà come centro di documentazione sul volley, con la possibilità di consultare un'ampia collezione di materiale fotografico, giornali, audio e video. Per informazioni: 059885888 o www.museodelvolley.it.

(20 settembre 2010)
Argomenti: Cultura