Confindustria Modena
Economia
ARCHIVIO

Stampa l'articolo

Modena, rallenta il trend negativo dell’export

Nei primi nove mesi del 2009, rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, il valore delle esportazioni della provincia di Modena ha segnato un -26,1 per cento, in base ai dati Istat elaborati dal Centro studi e statistica della Camera di Commercio. Diminuzione lievemente superiore a quella regionale (-25,4 per cento) e più marcata rispetto alla media nazionale (-23,1 per cento).
Nel terzo trimestre di quest'anno, rispetto al medesimo periodo del 2008, le esportazioni complessive della provincia di Modena registrano un -26 per cento, mentre nel trimestre precedente si era raggiunto il -30,5 per cento. Emerge quindi un rallentamento della dinamica negativa.

L'analisi dell'andamento delle esportazioni per area di sbocco vede, nei primi nove mesi del 2009, una flessione consistente delle vendite verso i mercati dell'Unione Europea (26,9 per cento); dopo un secondo trimestre particolarmente pesante, in quest'area l'intensità del trend negativo è diminuita attestandosi, nel terzo trimestre, a un -25,3 per cento.

Per quanto riguarda i paesi extra-Ue, si notano diminuzioni rilevanti soprattutto per l'area Nafta, in particolar modo per le vendite verso gli Stati Uniti che, nei primi nove mesi dell'anno in corso, hanno segnato un -33,4 per cento; nel terzo trimestre dell'anno si è registrato un peggioramento della dinamica (-39,5 per cento).

Complessivamente, il settore manifatturiero, tra gennaio e settembre 2009, segna un -25,7 per cento, dovuto al forte calo registrato dai settori principali. Nel terzo trimestre dell'anno, le vendite estere dell'industria manifatturiera sembrano rallentare la flessione registrata nel trimestre precedente, passando da un -29,7 per cento del secondo trimestre a un -26,2 per cento nel terzo.

Per quanto riguarda la ceramica, dopo un primo semestre in forte diminuzione (-27 per cento), nel terzo trimestre la flessione si attesta sul 19,2 per cento. Grazie al rallentamento del calo delle vendite verso la Francia, dal -18 per cento del secondo trimestre, sullo stesso periodo del 2008, si passa al -12,7 per cento nel terzo trimestre, e al dato positivo della Germania, da un primo semestre con una variazione del -9,3 per cento si raggiunge un +2,9 per cento tra luglio e settembre 2009.

(28 dicembre 2009)