Confindustria Modena
Economia
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
camera di commercio

"Modena, l'Italia, il mondo", il dovere di guardare oltre la crisi

Mercoledì 19 maggio 2010 un parterre di ospiti modenesi e internazionali animerà il dibattito sulle strategie da mettere in campo per ridare slancio alle pmi nel campo del commercio estero

La sede della Camera di Commercio di Modena in via Ganaceto 134Come ripartire per cogliere la ripresa dell'economia? Quali strategie attuare sui mercati mondiali? Come ridare forza e competitività alle piccole e medie imprese? A queste domande proverà a rispondere "Modena, l'Italia, il mondo", il convegno organizzato dalla Camera di Commercio di Modena, che si terrà mercoledì 19 maggio 2010 a partire dalle ore 9 presso la sala Leonelli, in via Ganaceto 134.

L'incontro è il frutto di un percorso di ricerca portato avanti nel 2009 dal Centro studi e statistica della Camera di Commercio, che si è avvalso della collaborazione del sociologo Aldo Bonomi, direttore del Consorzio AAster, di Alessandro Amadori, direttore di Coesis Research e di Retecamere. Il resoconto di queste ricerche si intreccerà lungo un percorso che, partendo dal mondo arriverà al vissuto quotidiano del territorio.

Dopo i saluti del presidente della Camera di Commercio Maurizio Torreggiani, a iniziare i lavori saranno gli interventi di tre importanti esponenti del mondo bancario: Rodolfo Ortolani, direttore generale di Unicredit Banca, Luigi Odorici, vicedirettore generale della Banca Popolare dell'Emilia Romagna e Carlo Fratta Pasini, presidente del Consiglio di sorveglianza del Banco Popolare.

Sarà poi la volta di due ospiti internazionali: Pavel Chelpan, sindaco di Stupino, città russa poco distante da Mosca dove il sistema ceramico di Sassuolo ha recentemente insediato un'importante avamposto commerciale e produttivo, e Alessandro Marino, segretario generale della Camera di Commercio italiana di Monaco.

La seconda parte del convegno, dal titolo "Modena e la transizione dell'Italia di mezzo", sarà invece l'occasione per confrontare la situazione economica e sociale modenese con quelle di realtà simili, in una tavola rotonda a cui prenderanno parte i presidenti delle Camere di Commercio di Modena, Brescia, Parma e Livorno.

Nel pomeriggio, la discussione verrà aperta da Claudio Cipollini, direttore generale di Retecamere. A seguire l'intervento di Alessandro Amadori che illustrerà paure e speranze della società modenese nei difficili anni della crisi economica. Su questi dati e su come costruire un nuovo "noi" adeguato ai tempi si svolgerà il dibattito conclusivo al quale parteciperanno, oltre a Bonomi e Torreggiani, il presidente della Regione Emilia-Romagna, Vasco Errani, il presidente della Provincia, Emilio Sabattini, e il sindaco di Modena Giorgio Pighi.

(17 maggio 2010)
Argomenti: Enti locali