Confindustria Modena
Economia
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
statistica

Modena, l'inflazione continua a correre

Aumentano le tariffe di acqua, rifiuti e gas di rete. Diminuisce l'energia elettrica

Il tasso tendenziale di inflazione annuo rilevato a Modena, secondo i dati forniti dal servizio Statistica del Comune, in luglio sale a +1,5 per cento, e la variazione congiunturale mensile rispetto a giugno è di +0,2 per cento.

Rispetto ai dodici capitoli presi in esame come di consueto, gli aumenti sensibili si sono registrati in quello relativo ad "abitazione, acqua, elettricità e combustibili" con un +1,4 per cento (4,7 per cento su base annua). È il capitolo che presenta la variazione più elevata attribuibile, nel dettaglio, all'aumento delle tariffe dell'acqua potabile, raccolta rifiuti, gas di rete.

In aumento anche il gasolio per riscaldamento. In diminuzione l'energia elettrica e i prodotti per la riparazione e manutenzione della casa.

Una variazione sensibile (+1,3 per cento sul mese, su base annua +3,9 per cento) si registra anche alla voce "trasporti": è dovuta all'aumento dei trasporti aerei, marittimi, pedaggi autostradali, noleggio veicoli senza autista, benzina verde e altri carburanti, acquisto automobili, motocicli e ciclomotori. Crescono anche le assicurazioni sui mezzi di trasporto.

Aumentano gli articoli da viaggio e valigeria, mentre il capitolo "servizi ricettivi e ristorazione" è in flessione per effetto delle tariffe degli alberghi rilevati nel nostro Comune. In aumento la voce "altri servizi alloggio", comprendente le tariffe di camping e agriturismo, rilevate dall'Istat sul territorio nazionale.

Alla voce "ricreazione, spettacolo e cultura" si segnala l'aumento degli stabilimenti balneari, pacchetti vacanza tutto compreso.

Tra i prodotti alimentari si segnala l'aumento dei crostacei e molluschi freschi, latticini, patate, confetteria. In diminuzione le carni preparate e conservate, biscotti salati, alimenti dietetici, pesci surgelati, formaggi freschi e fusi, gelati.

(02 agosto 2010)