Confindustria Modena
Economia
ARCHIVIO

Stampa l'articolo

Modena Innova, al via la terza fase

Il progetto del Comune di Modena per l'innovazione e il trasferimento tecnologico alle imprese si è aperto anche ai Comuni della provincia e al commercio. Investiti finora circa 400 mila euro

Graziano PiniSi è aperta la terza fase per il progetto "Modena Innova", ideato dall'assessorato alle Politiche economiche del Comune di Modena in partnership con Democenter e Università, e condiviso da Provincia, Camera di Commercio e Fondazione cassa di risparmio.

Nato per favorire il trasferimento tecnologico dall'ateneo e dai centri di ricerca alle piccole e medie imprese del territorio comunale, il progetto, in questa sua nuova fase, si è allargato alle aziende dei Comuni della provincia e al settore del commercio. Vengono, infatti, anche da Bastiglia, Campogalliano, Castelfranco, Fiorano, Mirandola, Nonantola, San Cesario, Soliera e Vignola diverse delle 46 imprese con le quali sono già stati attivati laboratori e attività di consulenza per favorire l'innovazione a tutti i livelli, dalla produzione, al marketing, alla finanza.

«Modena Innova cresce ed è sempre più condiviso a livello istituzionale e imprenditoriale, confermandosi uno strumento strategico riconosciuto per la competitività delle aziende e conseguentemente per il rilancio dell'economia locale», afferma l'assessore alle Politihe economiche del Comune di Modena Graziano Pini. «Con questo progetto l'amministrazione pubblica mette in campo un intervento strutturale che mira a rafforzare le nostre imprese in vista dell'uscita dalla crisi, che affronta con una sua ottica specifica. Mentre i pur indispensabili aiuti ai disoccupati agiscono "a valle", Modena Innova interviene "a monte", creando nelle imprese opportunità per competere e difendere l'occupazione se non addirittura rilanciarla».

Fino a oggi il progetto "Modena Innova" è stato finanziato con circa 400 mila euro dai partner sostenitori e dalle amministrazioni aderenti e ha già interessato più di 150 imprese che hanno avuto consulenze, su circa 500 contattate. I risultati della prima fase

(10 marzo 2011)
Argomenti: Enti locali