Confindustria Modena
Attualità
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
l'evento

Modena diventa capitale "green" per una settimana

Dal 14 al 18 novembre torna la settimana della bioarchitettura e della domotica. L’evento sarà ospitato dalla Casa Ecologica del Comune di Modena, in via Caruso 3

La kermesse, che rientra nel progetto Triennale Edilizia Sostenibile supportato da Comune di Modena, Provincia di Modena e Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi, presenta una ricca serie di seminari, convegni e tavole rotonde rivolti a tutti i soggetti impegnati nella filiera del progettare e costruire sostenibile. Da quest’anno, con il Progetto Europeo Come2CoM, la settimana coinvolge anche le amministrazioni locali impegnate nello sviluppo e implementazione dei Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile.

La manifestazione aprirà i battenti lunedì 14 novembre alle 14.30 con un convegno dal titolo "Strumenti economici per una riqualificazione sostenibile: come finanziare gli investimenti nel patrimonio edilizio pubblico", cui prenderà parte anche Edo Ronchi, già ministro dell’Ambiente e attuale Presidente della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile.

Al centro della giornata di martedì 15 novembre, sarà protagonista l’intervento dell’architetto altoaltesino Michael Tribus della Michael Tribus Architecture che presenterà la prima scuola elementare e materna in standard Casa Passiva a Bolzano. Il pomeriggio di martedì sarà all’insegna della normativa regionale e nazionale in campo energetico: interverranno, tra gli altri relatori, Gian Carlo Muzzarelli, assessore alle Attività Produttive della Regione Emilia-Romagna che illustrerà il secondo piano triennale Attuativo Del Piano Energetico Regionale e Stefano Stefani del Servizio Politiche Energetiche della Regione Emilia-Romagna che presenterà le modifiche introdotte con la Dgr 1366/2011, disciplina regionale in materia di rendimento energetico degli edifici.

‘Riqualificazione sostenibile in ambiti urbani consolidati’: mercoledì 16 novembre dopo la presentazione da parte del Comune di Modena dell’esperienza condotta sul Villaggio Artigiano di Modena come opportunità di rigenerazione urbana sostenibile, rappresentanti di enti locali, ordini e collegi, scuole edili e associazioni di categoria si incontreranno per fare il punto e discutere di trasformazione e riconversione del nostro territorio. “Questo appuntamento – spiega Marcello Antinucci, direttore di AESS, che modererà la tavola rotonda – rappresenta una preziosa e rara occasione di incontro, iniziato nel corso della scorsa edizione della manifestazione, e ulteriore confronto tra i tanti soggetti che, in città e non solo e a vario titolo, partecipano alla trasformazione e alla riqualificazione del nostro territorio. Per questo l’appuntamento è aperto anche alla stampa”.

Atteso, per giovedì 17 novembre alle ore 17, l’appuntamento con il progetto architettonico di punta della città di Modena: il Museo Casa Enzo Ferrari’. Prenderanno la parola Adriana Zini, Segretario generale Fondazione Casa di Enzo Ferrari – Museo, Claudio Gibertoni, Presidente dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Modena e Daniele Sitta, Assessore alla Programmazione e Gestione del Territorio, alle Infrastrutture e Mobilità del Comune di Modena. Luca Gibello, caporedattore del Giornale dell’Architettura, intervisterà poi Andrea Morgante, capoprogetto, responsabile della direzione artistica del Museo Casa Enzo Ferrari, architetto particolarmente attento ai temi della sostenibilità e dell’innovazione. Protagonista della sessione sarà l’originale progetto dello scomparso Jan Kaplicki di Future Systems, che si conforma di due edifici, la casa natale di Enzo Ferrari e una nuova galleria. Nel rispetto dell’ambiente e delle nuove esigenze di vita, il complesso museale, oltre ad essere inserito nel verde, sarà dotato di sistemi domotici e di geotermia per un alto risparmio energetico.

L’intervista a Morgante, corredata da immagini inedite, si concentrerà sul tema: dal progetto alla realtà, come e cosa è cambiato dalla carta al cantiere.

A conclusione della Settimana, venerdì 18 novembre, due appuntamenti da non perdere: in primo luogo l’edizione 2011 del ‘Premio Sostenibilità’. “Il Premio – spiega Stefano Vaccari, Presidente AESS - ha coinvolto, quest’anno per la prima volta, progetti provenienti da tutta Italia. Nel corso della mattinata presenteremo e premieremo i 4 progetti vincitori e le 4 menzioni delle categorie Edilizia ex-novo, Ristrutturazioni-restauro e Urbanistica e speciali, che si sono distinti tra i 41 partecipanti per aver presentato le soluzioni più innovative dal punto di vista della bioarchitettura e dell’urbanistica sostenibile”.

In chiusura la presentazione dell’innovativo progetto ‘Med in Italy’, la casa bioclimatica ideata dagli architetti dell’Università di Tor Vergata, primo progetto italiano che parteciperà alle ‘Olimpiadi dell’Architettura Green’ di Madrid: una casa che produce 6 volte l’energia che consuma, può essere realizzata in due giorni e montata in otto, ideale per rispondere in modo rapido e sostenibile alle emergenze.

Per informazioni: http://www.settimanabioarchitetturaedomotica.it/ - http://www.facebook.com/settimanabioarchitetturaedomotica

(11 novembre 2011)