Confindustria Modena
Estero
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
internazionalizzazione

Confindustria Modena vola in Kazakhstan

Grazie al supporto di Confindustria Modena dal 6 al 9 ottobre sei aziende emiliane partecepiranno alla fiera Kioge di Almaty

Lo sviluppo economico dell'economia kazaka è stato caratterizzato negli ultimi anni da un grande dinamismo. Secondo i più recenti dati Istat, il Kazakhstan si colloca al sesto posto tra i paesi del mondo per riserve di risorse energetiche. Nel 2009 le esportazioni totali del Kazakhstan sono ammontate a 615,2 milioni di dollari mentre le importazioni hanno superato i 235 milioni.

Tra i paesi europei, l'Italia si posiziona al primo posto per volumi di interscambi con il paese asiatico: nel 2009 le esportazioni tra il nostro Paese e il Kazakhstan sono ammontate a 116,1 milioni di euro segnando un aumento del 70 per cento rispetto al 2008.

Il Kazakhstan rappresenta dunque un mercato di grandi potenzialità per le imprese italiane, ed è proprio per approfondire le diverse opportunità offerte da questo Paese che Confindustria Modena, in collaborazione con la Camera di Commercio Italiana in Kazakhstan, ha dato vita al progetto "Hi-Mech Kazakhstan" che è l'unico esistente in regione verso questo mercato.

L'iniziativa, finanziata al 50 per cento dalla Regione Emilia-Romagna e sponsorizzata da Asco Filtri di Milano, si propone di fornire alle imprese interessate il know-how e gli strumenti necessari per affronta il mercato kazako.

Saranno sei le aziende della Regione, attive nel settore specifico della meccanica avanzata per l'industria estrattiva, che da mercoledì 6 ottobre a sabato 9 ottobre parteciperanno al Kioge di Almaty, nel Sud-Est del Paese, la più importante fiera nel settore della meccanica per il comparto Oil&Gas dell'Asia centrale: Safe di Bologna, Simpesfaip di Correggio, Aspa di Modena, Geological Assistence and Services di Casalecchio di Reno, Promau di Cesena e Sitie di Ferrara.

La partecipazione al Kioge 2010 rappresenta uno step intermedio dell'intero progetto "Hi-Mech Kazakhstan".

La missione infatti è stata suddivisa in diverse fasi: la prima finalizzata all'analisi di mercato e allo studio di fattibilità del progetto, la seconda che si concretizza con la promozione e la partecipazione all'evento fieristico e l'ultima che ha come obiettivo specifico la ricerca di partner commerciali sul territorio kazako.

(04 ottobre 2010)