Confindustria Modena
Società
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
venerdì l'inizio delle celebrazioni

Mirandola, 50 anni di biomedicale da raccontare

Il convegno di apertura a partire dalle ore 19 presso il Teatro Nuovo. Tra i relatori la "pietra angolare" del distretto Mario Veronesi

Mario Veronesi, pietra angolare del biomedicale mirandolese, è tra i relatori del convegno di apertura per le celebrazioni del 50esimo anniversario del distretto

Prenderanno il via venerdì 20 aprile alle ore 19, con un convegno sul tema del "Biomedicale tra passato, presente e futuro", le celebrazioni per il 50esimo anniversario del distretto mirandolese. Presso il Teatro Nuovo (piazza Costituente 72) sarà fatto il punto su uno dei settori trainanti dell’economia modenese. Alle ore 19, dopo un aperitivo di benvenuto, si proseguirà con i saluti di Maino Benatti, sindaco di Mirandola, Emilio Sabattini, presidente della Provincia di Modena, e di Edmondo Trionfini, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola.

A seguire interverranno Mario Veronesi (“Nascita e sviluppo del biomedicale mirandolese”), Stefano Rimondi, Presidente di Assobiomedica (“Produzione, ricerca e innovazione nel settore dei dispositivi medici in Italia”), Marco Chiadò Piat, presidente della Commissione Sanità di Confindustria Emilia Romagna (“Il comparto biomedicale e diagnostico in Regione Emilia Romagna”), Fabio Rangoni, presidente di Aster (“Le reti per la ricerca tecnologica”), Roberto Grilli, direttore Agenzia sanitaria e sociale regionale Emilia Romagna (“Il ruolo della domanda pubblica per il governo dell’innovazione” ed Enzo Madrigali, Quality Center Network (“Le infrastrutture per il trasferimento tecnologico”. Le conclusioni saranno affidate a Gian Carlo Muzzarelli, assessore alle Attività Produttive della Regione Emilia -omagna.

«I cinquant’anni dalla nascita del biomedicale», commenta il presidente di Confindustria Modena Pietro Ferrari, «rappresentano un anniversario importante da celebrare, un punto d’arrivo per dare conto di quanto è stato ottenuto finora e, al contempo, un punto di partenza per un settore che deve continuare a investire risorse, know how ed energie. Il settore biomedicale dell'Area Nord della provincia di Modena è nato dall'intuizione imprenditoriale di Mario Veronesi nel 1962 con la creazione della sua prima azienda. Da allora ha preso il via un comparto di enorme valenza industriale ed economica che ha come originale particolarità uno stretto legame tra multinazionali del settore medicale e imprese medie e piccole, a volte piccolissime, ma tutte fortemente orientate alla ricerca e all'innovazione. Contiamo sull'impegno di tutti, dal mondo imprenditoriale a quello delle istituzioni e della formazione, per poter proseguire questo percorso di eccellenza».

Il programma del 50° anniversario del biomedicale mirandolese, che si svolgerà nel corso di tutto il 2012 con il fondamentale contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola, è promosso da un tavolo di lavoro del quale fanno parte, insieme al Comune di Mirandola, Cna Modena, Confindustria Modena, Consobiomed, Democenter-Sipe, Lapam-Federimpresa Modena, Provincia di Modena, Quality Center Network ed Unione Comuni Modenesi Area Nord. Un contributo viene anche dalla Camera di Commercio di Modena e dal Circolo medico "Mario Merighi" di Mirandola.

Scopo delle varie iniziative, che hanno avuto il patrocinio della Provincia di Modena e del ministero dello Sviluppo economico e che hanno ottenuto una targa di rappresentanza dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, è di far conoscere ad un pubblico più vasto il settore biomedicale e la sua storia. Segui il programma delle celebrazioni sul sito del Comune di Mirandola o sulla pagina Facebook.

(16 aprile 2012)