Confindustria Modena
Economia
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
Macchine per ceramica

Mercato interno, + 60 per cento

Paolo Sassi, presidente Acimac: «Le misure adottate dal Governo ci hanno aiutato a catalizzare l’attenzione sulle tecnologie più innovative prodotte delle nostre aziende negli ultimi anni»

Cresce a doppia cifra il settore delle macchine per ceramica. A fine settembre 2016, l’indagine congiunturale realizzata del Centro Studi di Acimac (Associazione Costruttori Italiani di Macchine e Attrezzature per Ceramica) ha evidenziato una +35,5% sullo stesso trimestre dell’anno precedente, a cui è seguita una crescita del 21,8% nel quarto trimestre 2016.

Buone anche le performance dei primi tre mesi del 2017, con un fatturato generato in Italia in crescita del +60,6%, rispetto ai primi tre mesi del 2016. L’export, che rappresenta l’80 per cento delle vendite totali, è rimasto stabile, dopo una crescita tendenziale del +48% negli ultimi tre mesi del 2016.

Paolo Sassi, presidente Acimac«Già lo scorso anno le misure dell’iperammortamento avevano rilanciato il mercato italiano», commenta il presidente di Acimac, Paolo Sassi, «ma ora stiamo assistendo ad una esplosione dell’interesse verso le ultime e innovative tecnologie». «Ci auguriamo per questo», continua il presidente di Acimac; che l’apparato di incentivi possa essere prorogato: per comprenderne i meccanismi serve tempo. Mi aspetto, ad esempio, che dopo l’estate ci saranno molte aziende pronte ad investire».

(25 maggio 2017)
Argomenti: Ceramico