Confindustria Modena
Imprese
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
adaci

Le materie prime tra speculazione e aumento della domanda

Confindustria Modena, insieme a Ubs, organizza un incontro dedicato all'analisi dei mercati delle materie prime e commodity

Surriscaldamento delle economie emergenti, andamento altalenante dei debiti sovrani: sono diversi gli ostacoli che si possono incontrare sulla via della ripresa economica. L'allarme giunge dal vertice del G20 che il 18 e 19 febbraio ha riunito a Parigi i ministri delle finanze e i governatori delle banche centrali.

Sempre dalla capitale francese suona un altro campanello d'allarme: i prezzi delle materie prime sui mercati internazionali proseguono senza sosta la loro corsa al rialzo.

Avvalendosi della collaborazione con la sezione Emilia-Romagna e Marche di Adaci (l'Associazione italiana di management degli approvvigionamenti), Confindustria Modena, insieme a Ubs, organizza un incontro dedicato proprio all'analisi dei mercati delle principali materie prime e commodity, con particolare riferimento ai metalli ferrosi, a quelli non ferrosi, ai materiali per imballaggio nonchè all'andamento delle valute, fornendo previsioni sull'andamento delle stesse nei prossimi mesi.

Il workshop si terrà lunedì 28 febbraio a partire dalle ore 16.30 presso l'auditorium "Giorgio Fini" di Confindustria Modena (via Bellinzona 27/A). La partecipazione è gratuita e aperta a tutti.

Dopo i saluti di benvenuto di Paolo Musso, presidente della sezione Emilia-Romagna e Marche di Adaci, e una sintetica presentazione delle attività di Adaci da parte di Fulvio Pirani (Kaizengraphics), si succederanno gli interventi di Aldivano Ferrucci (Automotive Product), di Gianni Robinelli (Pedrollo), di Alessandro Caviglia (Ubs), di Mauro Betti (Gruppo Sfir) e di Marco Arletti (Chimar). Vincenzo La Notte, vicepresidente della sezione Emilia-Romagna e Marche di Adaci, coordinerà i diversi contributi e il dibattito successivo.

(21 febbraio 2011)
Argomenti: Confindustria