Confindustria Modena
Imprese
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
fashion

Maria Grazia Severi all’insegna del food

La linea primavera-estate "22 Maggio by Maria Grazia Severi" ha debuttato con una capsule collection ispirata all’icona italiana per eccellenza: la pasta

La linea "22 Maggio by Maria Grazia Severi" ha debuttato per la primavera-estate 2012 con una capsule collection caratterizzata da un concept che diventa una vera e propria filosofia di vita, una collezione dal mood ironico e divertente, ispirata all’icona italiana, la pasta.

E per mostrarla ha scelto una location d’eccezione e in grado di amplificare il mood della collezione: il tempio delle cucine di alta gamma, nel cuore di Milano (lo spazio Scic di via Durini 19) in cui i 22 modelli della linea sono stati presentati con un pranzo composto da piatti prelibati della più autentica cucina italiana e, soprattutto, della tradizione emiliana.

Un’occasione inedita per unire, in maniera glamour, l’eccellenza nazionale, la moda e il cibo: un connubio vincente e irrinunciabile.

I modelli di 22 Maggio by Maria Grazia Severi che, nelle fantasie delle stampe e negli accessori coordinati, si ispirano alla “farfalla”, icona per antonomasia del primo piatto doc, sono espressione di un Made in Italy che non è solo legato alla produzione ma che diventa un modo di vivere e il simbolo di un rapporto positivo tra moda e stile.

Si concretizza in un total look declinato in abiti, short e piccoli pezzi divertenti, all’insegna della più autentica joie de vivre. E splendidi gioielli - anch’essi in edizione limitata - realizzati in un prezioso materiale, la bachelite, dal sapore vintage che strizza l’occhio proprio a quegli anni, i ’50, nei quali la filosofia della moda era legata a un’idea positiva della vita e dell’abbigliamento.

«Da sempre l’azienda Maria Grazia Severi è legata a un concetto di moda in cui vestirsi significa arricchirsi, sorridere, guardarsi allo specchio e trovarsi unica», ha dichiarato Francesca Severi, fashion designer della 22 maggio by Maria Grazia Severi. «La nostra idea di stile si sviluppa intorno a un trend "positivo", per una moda che non avvilisce ma gratifica, che premia una personalità allegra e forte, che diventa piena espressione di un mood autentico e personale», ha concluso la designer.

L’effetto finale è molto glamour: una capsule collection tutta da scoprire e frutto della sapienza artigiana di un'azienda con una forte identità che, negli ultimi anni, ha registrato notevoli incrementi di fatturato e ha saputo imporsi sia sul territorio nazionale che sui mercati mondiali. Come una delle realtà più peculiari del Made in Italy.

(22 febbraio 2012)