Confindustria Modena
Lavoro
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
la novità

Manpower, su iPhone il primo impiego

L'agenzia per il lavoro che nel modenese conta cinque filiali mette a disposizone di aziende e candidati un nuovo strumento: MobileJob

MobileJobLa nuova frontiera nella ricerca di un'occupazione è aperta. L'innovazione arriva da Manpower, l'agenzia per il lavoro che nel Modenese conta 5 filiali (Carpi, Mirandola, Modena, Nonantola e Sassuolo).

Manpower ha realizzato un applicativo, MobileJob, per il reperimento di un impiego attraverso l'iPhone.

L'applicazione, scaricabile direttamente dall'App Store di Apple, è gratuita e consente di ottenere l'elenco delle opportunità di lavoro presenti sul portale di Manpower inserendo una parola chiave o il luogo di lavoro desiderato.

Ogni annuncio descrive nel dettaglio le caratteristiche della posizione professionale, permettendo di chiamare immediatamente la filiale Manpower che gestisce quella specifica ricerca per avere maggiori informazioni, di visualizzare la sua localizzazione grazie a Google Maps, di inviare alla propria casella di posta il testo dell'annuncio.

MobileJob consente anche di salvare gli annunci più interessanti in "preferiti" e visualizzare in "cronologia" l'elenco delle ricerche effettuate.

«Manpower si apre all'innovazione, sfruttando i più moderni strumenti di comunicazione capaci di rivoluzionare, semplificare e rendere sempre più immediate e accessibili informazioni e attività», sottolinea Stefano Scabbio, presidente e amministratore delegato di Manpower Italia. «L'applicazione per iPhone rappresenta un servizio che non può mancare per coloro che si rivolgono a noi per la ricerca di un impiego. Con MobileJob è agevolato il candidato ma anche il sistema delle imprese».

Manpower opera in 82 Paesi e fornisce personale a oltre 400 mila aziende. È presente in Italia dal 1994 e gestisce una rete di oltre 430 filiali e uno staff di duemila dipendenti. È specializzata in ricerca e selezione di personale per tutte le posizioni professionali.

(10 maggio 2010)
Argomenti: Terziario