Confindustria Modena
Finanza
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
la nomina

Luigi Odorici nuovo amministratore delegato di Bper

Il neo ad dell'istituto di credito modenese mantiene anche la carica di direttore generale

Luigi Odorici, nuovo ad di BperIl consiglio di amministrazione della Banca popolare dell'Emilia Romagna, nella sua riunione di martedì 10 gennaio, ha deliberato all’unanimità la nomina ad amministratore delegato di Luigi Odorici.

Odorici manterrà anche la carica di direttore generale. Modenese, laureato in Economia e Commercio, è entrato nel 1973 nell’allora Banca Popolare di Modena. Ha quindi assunto incarichi di crescente responsabilità prima in Banca popolare dell’Emilia Romagna e poi in una banca dell’omonimo gruppo bancario. In rappresentanza della banca, siede nei consigli di amministrazione di diverse società, controllate e partecipate.

Nell’occasione il consiglio di amministrazione ha inoltre deliberato la costituzione di un Comitato Strategie, alla cui presidenza è stato designato Giuseppe Lusignani. «La nomina di Luigi Odorici», dichiara il presidente Ettore Caselli, «si pone in linea di continuità con il lavoro sviluppato negli ultimi anni dall'amministrazione della banca e valorizza una risorsa che gode di ampia considerazione per le sue indiscusse competenze professionali e per la sua profonda conoscenza del nostro gruppo bancario».

«Odorici», aggiunge Caselli, «saprà valorizzare la qualità della relazione con soci e azionisti ed avrà l’impegnativo compito di sviluppare il nuovo piano industriale triennale 2012-2014».

«Ringrazio il Consiglio di Amministrazione per la fiducia che mi ha accordato», dichiara Odorici. «Lavoro da oltre 35 anni in questa banca e ho partecipato al processo di costruzione e di consolidamento del nostro gruppo bancario che rappresenta oggi una delle realtà più affermate a livello nazionale. Ora si tratta di proseguire nel percorso intrapreso: sono fiducioso che ciò possa avvenire, anche grazie al contributo delle donne e degli uomini del Gruppo Bper e al supporto costante e qualificato che mi assicurerà la squadra di top manager che mi affianca».

(11 gennaio 2012)
Argomenti: Credito