Confindustria Modena
Imprese
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
la novità

Lombrico, lo spazio è un gioco d'incastri

Il sistema di prefabbricazione leggera nella parole del suo ideatore Vittorio Cavani

Vittorio CavaniFunziona come un gioco di costruzione, con una logica che è molto simile a quella dei celebri Lego, ma al posto del mattoncino, come modulo di base, c'è un anello.

Lombrico è un sistema di prefabbricazione leggera. I suoi anelli, con una base di 620 centimetri, un'altezza di 330 e una profondità di 150, possono essere uniti in lunghezza, allineati o sfalsati, per creare, grazie a una struttura "a sandwich" composta da fibra di vetro e resina poliestere con un'anima in laminato di poliuretano, ambienti mobili e scomponibili nelle nostre realtà urbane.

Per capire le molteplici possibilità applicative di questa vera e propria architettura del futuro, utilizzata di recente anche a Solara per accogliere la mensa della scuola elementare (spostata dall'edificio originario per un intervento di adeguamento antisismico), abbiamo parlato direttamente con Vittorio Cavani, amministratore unico delle società Intertecnica arredamenti e Lombrico.

Quando nasce precisamente Lombrico?
Nasce 35 anni fa come un oggetto di elevata innovazione tecnologica, capace di combinare la razionalità della standardizzazione con la flessibilità della personalizzazione. Oggi, in una veste riprogettata, torna a dare soluzioni avanguardistiche a chi cerca un sistema costruttivo flessibile di alta qualità.

Oltre alla mensa di Solara quali e quante sono state finora le sue applicazioni?
La struttura temporanea allestita a SolaraNegli anni Settanta e Ottanta con il sistema Lombrico sono state realizzate le cosiddette "banche parcheggio", ovvero spazi temporanei dove sistemare le filiali di alcune banche del territorio. Abbiamo lavorato con la Banca Popolare di Modena, con la Cassa di Risparmio Bologna, la Cassa di Risparmio Vignola, la Cassa di Risparmio di Reggio Emilia, la Banca Popolare di Faenza, e la Banca del Monte di Bologna e Ravenna.
Lombrico è stato utilizzato anche per la realizzazione di aree scolastiche flessibili, completamente smontabili e riutilizzabili come nel caso della scuola elementare Gabelli e dell'Istituto tecnico commerciale Matiussi di Pordenone.
La "temporary station" di ParmaNel 2007 è partita la collaborazione con l'architetto Oriol Bohigas e con Lombrico si è costruita una "stazione temporanea" per ospitare, durante la ristrutturazione dell'immobile gestito dalle Ferrovie dello Stato, i commerci e le funzioni ordinarie.
In una situazione d'emergenza come è stata quella del terremoto de L'Aquila, Lombrico è stata una soluzione ricercata da Banca Tercas.

E in futuro, quali potrebbero essere gli ipotetici campi d'impiego?
Il sistema di architettura che proponiamo ha un ventaglio di funzioni pressoché illimitato e può essere reinterpretato in tanti modi diversi: centri di riabilitazione e fisioterapia, temporary store, temporary restaurant, showroom-foto set, infopoint, alberghi.

Parliamo ora di Intertecnica arredamenti. In che rapporti sta con Lombrico e quali sono i suoi principali canali di business?
Inizialmente Lombrico era uno dei settori dell'attività di Intertecnica arredamenti Modena. Nel 2008 si è deciso di costituire una società a parte, denominata Lombrico, continuando però l'attività sinergica con la capogruppo Intertecnica.
Nel 1984, anno di fondazione della società Intertecnica come trasformazione della Vittorio Cavani Arredamenti, azienda già attiva dal 1961 a Modena, la volontà di caratterizzare al meglio la nostra offerta alla clientela ci ha portato ad affiancare alla fornitura di arredi per l'ufficio, la produzione di pareti mobili e la realizzazione di arredi su misura per ambienti di lavoro, show room, auditorium e palazzi dei congressi, biblioteche, banche e alberghi. Nel 2009, nonostante il momento economico non facile, abbiamo conservato un fatturato di gruppo pari a oltre 5 milioni di euro.

Quali sono i vostri partner commerciali?
Intertecnica arredamenti ha all'attivo partnership importanti con Vitra, Usm Haller, Unifor, Ivm Office, Italpoltrone. I principali interlocutori di Lombrico sono invece Starpool, Teuco, Iris Ceramiche, Technogym, Grazi Cristalli.

Progetti all'orizzonte per Intertecnica arredamenti?
Nel campo alberghiero abbiamo avviato collaborazioni con importanti interior designer, cercando di dare un servizio in più a chi cerca non semplici esecutori, ma veri e propri partner nella delicata fase di creazione di un hotel. Per quanto riguarda il settore degli arredamenti ufficio, l'idea è di consolidare la collaborazione con aziende prestigiose e progettisti di talento, per rendere sempre migliore il sistema di pareti divisorie e attrezzate.

(25 gennaio 2010)