Confindustria Modena
Imprese
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
pallavolo

Liu Jo veste Volley Carpi

L'azienda dei fratelli Marchi è "title sponsor" della società sportiva che giocherà nel campionato femminile di serie A2

Un momento della conferenza stampa di presentazione della Liu Jo Volley Carpi. Da sinistra: Rino Astarita, Marco Marchi e Vannis MarchiSi è presentata ufficialmente ad autorità e tifosi la nuova squadra di pallavolo femminile carpigiana. La compagine biancorossa, esordiente nel campionato di serie A2, si chiamerà Liu Jo Volley Carpi.

L’azienda dei fratelli Marchi, "title sponsor" della società sportiva, prosegue dunque nel percorso di promozione del marchio, legandosi a un team presente da anni sul territorio e attivo ad alto livello in uno sport largamente diffuso e amato dal pubblico femminile. «Agilità, energia, passione ed eleganza: sono questi i valori che abbiamo riconosciuto nella società e che caratterizzano da sempre lo stile del mondo Liu Jo. Siamo un’azienda giovane che crede nello spirito di squadra e nella determinazione, nello sport come nel business», ha dichiarato Marco Marchi, proprietario e head of style di Liu Jo.

«Si tratta di un contributo concreto nei confronti di una squadra che è motivo di orgoglio per tutti noi, e realtà di primaria importanza nel panorama sportivo della città», ha aggiunto Vannis Marchi, proprietario e presidente dell’azienda carpigiana. «Auguriamo alla Liu Jo Volley Carpi di raggiungere gli obiettivi prefissati, e di diventare un esempio vincente per tutti i giovani carpigiani che vogliono mettersi in gioco e affrontare le sfide più impegnative».

La presentazione delle atlete della Liu Jo Volley Carpi, a cui hanno partecipato anche il presidente della squadra Rino Astarita, il direttore sportivo Davide Astarita, l'allenatore Augusto Sazzi e l'assessore allo Sport del Comune di Carpi Carmelo Alberto D'Addese, è stata l’occasione per mostrare la maglia della stagione 2009/2010: ai colori sociali e al title sponsor si aggiunge il lusso dei cristalli Swarovski.

«Senza la Liu Jo», ha sottolineato il presidente Astarita, «non potremmo disputare un campionato oneroso come quello di A2. Dai vertici societari allo staff tecnico faremo del nostro meglio per ben rappresentare, in giro per l'Italia, il nome della società, della città e del nostro sponsor».

(28 settembre 2009)