Confindustria Modena
Stampa l'articolo

Le reazioni dal territorio

Le reazioni all'ok definitivo del Cipe sulla tanto agognata opera infrastrutturale non hanno tardato ad arrivare.

«Esprimo grande soddisfazione», ha sottolineato il presidente della Regione Emilia-Romagna Vasco Errani, «per questo risultato, frutto di un intenso lavoro durato anni, d'intesa con enti locali e sistema economico-produttivo del territorio. È importante, a questo punto, che l'opera venga realizzata nella sua interezza con il meccanismo del project financing. Ora apriremo il tavolo di lavoro con Anas per seguire tutto l'iter di pubblicazione del bando e della successiva fase di gara. Tutto questo sempre d'intesa con gli enti locali».

«Un atto dovuto e fin troppo atteso», ha osservato il presidente dell'Assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna Matteo Richetti. «L'opera era già stata inserita nei finanziamenti fin dall'epoca del Governo Prodi. Il coinvolgimento della Regione servirà per garantire i tempi e i costi dell'infrastruttura alle condizioni migliori per gli enti pubblici e la collettività».

«Per oltre trent'anni la sinistra ha detto no alla bretella Campogalliano-Sassuolo», ha precisato il Consigliere regionale del Popolo della Libertà Andrea Leoni. «Poi finalmente si sono ricreduti e ora applaudono al governo Berlusconi che ne consente la realizzazione. Mi auguro, a questo punto, che Errani diventi capofila di un ulteriore possibilità di sviluppo dei nostri territori: l'autostrada Modena-Lucca».

«Se non ci si divide e si lavora tutti insieme per un unico obiettivo, i risultati si portano a casa», ha commentato il presidente della Provincia di Modena Emilio Sabattini. «È la lezione che dobbiamo trarre dalla vicenda della bretella autostradale Campogalliano-Sassuolo, che spero possa diventare un esempio della capacità del nostro territorio di fare sistema. Ringraziamo il ministro Matteoli per aver mantenuto l'impegno preso con la Regione Emilia-Romagna, con il sistema delle autonomie locali e con il mondo imprenditoriale. Quest'opera che avvicina ancora di più il distretto ceramico e Modena all'Europa unitamente alla realizzazione dello scalo merci può rappresentare simbolicamente una tappa decisiva per il rilancio e la ripresa economica del nostro territorio».

Per il sindaco di Sassuolo Luca Caselli si tratta di «una data storica per Sassuolo che dopo quarant'anni vede finalmente approvato il progetto definitivo di un'infrastruttura di importanza strategica per l'intero territorio».

«La Bretella», ha ricordato il presidente di Confindustria Ceramica Franco Manfredini, «al pari delle altre infrastrutture viarie e ferroviarie, rappresenta una soluzione indispensabile. Ora ci attendiamo che quanto prima venga pubblicato il bando per l'avvio dei lavori».

(22 luglio 2010)