Confindustria Modena
Estero
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
estero

Le attività 2011 di Promec

L'agenzia speciale della Camera di Commercio di Modena ha presentato i programmi di supporto all'internazionalizzazione che verranno attuati

Da sinistra Erio Luigi Munari, presidente di Promec, Maurizio Torreggiani, presidente Camera di Commercio di Modena, Agostino Pesce, direttore di PromecTerminato il processo di riorganizzazione interna e raddoppiate le risorse economiche. Promec, l'agenzia speciale della Camera di Commercio di Modena che svolge attività promozionali in favore dell'internazionalizzazione, grazie soprattutto a un importante lavoro di sinergia a livello regionale delle 9 Camere di Commercio ha definito il programma promozionale 2011. Lo ha fatto insieme a un gruppo di lavoro di 40 operatori rappresentanti di tutto il mondo economico, politico e culturale della nostra provincia (associazioni, comuni, provincia, consorzi, banche, ordini professionali, musei).

Il programma è incentrato non solo sulle grandi missioni nei Paesi lontani, ma anche sulle esigenze delle nostre piccole aziende ed è stato costruito partendo dalle richieste delle imprese e dai dati relativi al nostro export principalmente orientato verso l'area Europa (Russia compresa), gli Stati Uniti, il Brasile, l'India, la Cina e gli Emirati Arabi Uniti. Un programma completo che utilizza gli strumenti classici della promozione, quali le fiere e le missioni imprenditoriali, ma che punta molto anche sulla formazione e sull'assistenza specializzata senza trascurare il ruolo dei media stranieri.

Viene inoltre prestata una forte attenzione per eventuali ulteriori mercati emergenti e nuove opportunità segnalate da gruppi significativi di imprese organizzate per filiera o per settore di attività al fine di non trascurare i rapidi cambiamenti globali ai quali i nostri imprenditori sono quotidianamente sottoposti. A questo scopo saranno lanciati, con la collaborazione delle associazioni, una serie di "atélier" coordinati da imprenditori con forte esperienza di export, ed affiancati dallo staff dell'Azienda Speciale, per iniziare a "ritagliare" vestiti su misura.

(22 febbraio 2011)