Confindustria Modena
Imprese
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
energia

Lam passa al fotovoltaico

L'azienda di Spilamberto, con questo investimento, diventerà autonoma sul piano energetico

Il direttore generale di Lam Davide MalagoliTrecento pannelli in grado di convertire l’energia solare in oltre 67 mila chilowattora annui e, al contempo, di evitare l’immissione in atmosfera di 36 mila chilogrammi di anidride carbonica. Nel nuovo impianto fotovoltaico di Lam, l’azienda di Spilamberto specializzata nella progettazione di tendine e botole di aerazione per veicoli industriali, il risparmio energetico va a braccetto con il rispetto ambientale.

«L’impianto fotovoltaico appena realizzato», spiega il direttore generale di Lam Davide Malagoli, «ci consentirà di produrre autonomamente l’energia elettrica di cui necessitiamo. L’approvvigionamento energetico a costi contenuti è un traguardo agognato da tante imprese, se poi a ciò si aggiunge la questione delle fonti rinnovabili la meta si fa ancora più prestigiosa. Nel 2007, l’anno in cui abbiamo cominciato a costruire la sede di via Guido Rossa, il prezzo dell’energia era soggetto ad aumenti continui: il fotovoltaico è stato un approdo quasi naturale».

«Nell'opera abbiamo investito circa 325 mila euro», continua Malagoli, «che dovremmo ammortizzare in dieci anni. Per rimanere ai vertici dell’innovazione occorre investire in settori strategici e noi crediamo che quello delle energie rinnovabili lo sia senza alcun dubbio».

Il capannone Lam, in virtù della sua collocazione, può sfruttare la massima esposizione solare possibile e "fare incetta di sole" nei mesi più caldi dell’anno: «L’impianto lavora in regime di “scambio sul posto", immette cioè l’energia in rete nel momento stesso in cui la produce e, successivamente, la riprende a costo zero nei momenti dell’anno in cui la produzione si fa più scarna». Semplificando: da aprile a settembre i pannelli fotovoltaici anziché immagazzinare e trattenere per sé l’energia solare la liberano in rete, da ottobre a marzo quello che hanno dato se lo riprendono senza alcun onere.

L’impianto è pure un’azione concreta sottesa alla Responsabilità sociale d’impresa: «È da tempo che Lam impronta la sua cultura alla Rsi. Prima del fotovoltaico, in concomitanza dell’apertura della nuova sede Lam, abbiamo inaugurato una palestra aziendale e per il futuro abbiamo altri progetti che vanno ancora in questa direzione».

«Nel 2008», conclude Davide Malagoli, «abbiamo sviluppato un fatturato di 7,5 milioni di euro, di cui il 50 per cento all'estero. A ottobre, in Belgio, ci attende uno dei saloni più importanti del settore: si tratta di un appuntamento davvero molto importante dove condividere successi acquisiti e presentare novità per il futuro».

(08 giugno 2009)
Argomenti: Metalmeccanico