Confindustria Modena
Economia
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
Previsionale 2012

La Fondazione Crmo stanzia 18,5 milioni

Potenziate le erogazioni per azioni di contrasto al disagio e alla povertà

La difficile situazione dei mercati finanziari e i risultati economici negativi del gruppo bancario di riferimento nell'anno in corso hanno inevitabili conseguenze sui ricavi e le erogazioni previste per il 2012. La Fondazione è comunque in grado di rendere disponibile per interventi sul territorio la somma di 18.550.000 euro. Tale cifra è inferiore ai valori degli anni passati, ma consente di mantenere aperte importanti linee di finanziamento nei tradizionali settori di intervento.

Il documento programmatico conferma i tre importanti ambiti di attività della Fondazione rappresentati dai settori di rilevanza sociale, dalla ricerca scientifica e dal settore arte, attività e beni culturali. Pur in un quadro di minori risorse si conferma l'impegno della Fondazione nel realizzare alcuni progetti di più ampio respiro, quali il polo culturale S.Agostino, per il quale si è conclusa la fase di progettazione definitiva a cura del Consorzio Leonardo. Nel corso del 2012 si prevede di ultimare la progettazione esecutiva che dovrebbe portare all'inizio lavori.

Oltre al sostegno degli enti teatrali, si conferma l'impegno a favorire i progetti che rappresentano punti di forza e di attrattività dell'offerta culturale come Fondazione Fotografia, Modena Città del Bel Canto, Museo Casa Natale Enzo Ferrari e FestivalFilosofia.

Nel settore della ricerca le principali linee di azione riguarderanno la formazione dei giovani, attraverso le borse di dottorato, e il sostegno ai centri di ricerca di eccellenza con particolare attenzione alle ricadute della loro attività sul sistema produttivo. E' in programma inoltre una nuova edizione del bando per progetti di ricerca internazionale e applicata.

Continuerà l'azione della Fondazione nel settore del welfare in stretto rapporto con gli enti territoriali e il mondo del volontariato. La Fondazione sosterrà in particolare progetti di contrasto alle situazioni di vulnerabilità sociale con riferimento alle categorie più deboli. Nell'ambito dell'assistenza agli anziani si sosterranno progetti che contrastino la non autosufficienza. Oltre al sostegno di iniziative volte alla promozione del benessere psico-fisico di adolescenti e giovani, la Fondazione concentrerà la propria azione a supporto della scuola. Saranno inoltre favoriti progetti finalizzati ad accrescere l'integrazione sociale degli immigrati; a favorire una piena affermazione delle politiche di genere; a promuovere la cultura della legalità.

Vanno segnalati, a fianco degli interventi erogativi, ulteriori progetti finanziati con risorse patrimoniali: tra questi l'iniziativa sull' "housing sociale" a sostegno dello sviluppo delle opportunità nel settore dell'affitto e il fondo per la ricapitalizzazione delle piccole imprese denominato "Gradiente" a supporto della crescita.

In generale, in un quadro di minori risorse disponibili, la Fondazione presterà massima attenzione alla selezione dei progetti che verrà attuata in modo sempre più efficace attraverso lo strumento dei bandi.

La ripartizione del budget per aree d'intervento riflette il maggior impegno rivolto alle azioni di contrasto alle situazioni di disagio sociale connesse alla crisi economica: nel 2012 le risorse indirizzate agli interventi in campo sociale rappresenteranno circa la metà del totale delle erogazioni previste.

(19 dicembre 2011)
Argomenti: Enti locali