Confindustria Modena
Estero
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
africa

"Investir au Sénégal", l'opportunità che non t'aspetti per le pmi

Il progetto, nell'ambito del programma Plasepri, prevede un finanziamento a "credito di aiuto" del governo italiano al governo senegalese di 20 milioni di euro e un finanziamento "a dono" di 3 milioni e 700 mila euro

Un progetto rivolto sia a imprenditori italiani interessati al Senegal che a migranti senegalesi residenti in Italia, con un obiettivo preciso: favorire lo sviluppo delle pmi nel Paese africano, valorizzando al tempo stesso il potenziale rappresentato dalla comunità senegalese italiana (8.800 i residenti in Emilia-Romagna). È "Investir au Sénégal" dell'associazione bolognese Africa e Mediterraneo, progetto finanziato all'interno del programma Plasepri, "piattaforma" di risorse e assistenza tecnica realizzata dai due governi, italiano e senegalese.

"Investir au Sénégal" è stato presentato in Regione alla presenza di Teresa Marzocchi, assessore regionale alle Politiche sociali, Tafsir Mbaye, responsabile del programma Plasepri, Andrea Marchesini Reggiani, presidente della cooperativa "Lai-momo" e Giovanni Bersani, fondatore e presidente onorario dell'ong Cefa.

Il programma Plasepri prevede un finanziamento a "credito di aiuto" del governo italiano al governo senegalese di 20 milioni di euro e un finanziamento "a dono" di 3 milioni e 700 mila euro.

Il governo senegalese contribuisce a sua volta con un apporto di 350 mila euro. L'obiettivo specifico è aumentare il volume di investimenti produttivi da parte delle piccole e medie imprese in modo da offrire opportunità d'impiego in Senegal, soprattutto nelle regioni a più forte emigrazione, in un'ottica di sviluppo sostenibile del Paese, nel pieno rispetto dell'ambiente e dei diritti umani.

Tra i cinque enti italiani selezionati che dovranno promuovere e far conoscere la linea di credito per le imprese sia ai cittadini senegalesi (potenziali imprenditori) che vivono in Italia, sia agli imprenditori italiani, c'è "Africa e Mediterraneo" con Investir au Sénégal. Oltre a quest'associazione, titolare del finanziamento, sono partner del progetto il Comune di Sant'Agata Bolognese, la cooperativa "Lai-momo" di Sasso Marconi, l'associazione "Jubboo" di Sant'Agata Bolognese, la Cna di Modena e l'ong "Concept" di Dakar.

(19 gennaio 2011)
Argomenti: Enti locali