Confindustria Modena
Imprese
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
ceramica

"Intesa" per il futuro della piastrella

Sacmi e Ingegneria Ceramica sono i soci fondatori di una nuova società specializzata nella fornitura di linee di smaltatura e decorazione

Nonostante la pesante crisi di fatturato e ordini che, negli ultimi mesi, ha colpito molte aziende del comprensorio della piastrella, cresce il ruolo dei produttori di macchine per la ceramica e si fa strada una nuova società, Intesa. Avrà sede a Sassuolo e si occuperà delle linee di smaltatura, con particolare attenzione alla fase applicativa e a quella dell’arricchimento estetico del prodotto. Soci fondatori della società sono Sacmi e Ingegneria Ceramica.

«Nasce un nuovo soggetto», spiegano in una nota congiunta Sacmi e Ingegneria Ceramica, «in grado di proporre una gamma completa di prodotti, dalla linea di smaltatura ai relativi accessori di applicazione dello smalto e delle decorazioni, fino ai sistemi di gestione del colore, progettati in modo specifico per la decorazione digitale».

Tra i punti di forza della nuova società, la collaborazione con il laboratorio centrale di Sacmi, per portare avanti al massimo livello attività di ricerca e sviluppo sull’evoluzione tecnica e tecnologica degli impianti di smaltatura.

La struttura operativa di Intesa sarà dotata di un reparto tecnico-commerciale dedicato, che opererà sia in proprio sia in stretta sinergia con la struttura commerciale di Sacmi.

(12 ottobre 2009)