Confindustria Modena
Estero
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
internazionalizzazione

Inglass va in India e ringrazia Octagona

L'azienda trevigiana, produttrice di stampi rotativi per la fanaleria auto, ha aperto una filiale a Pune grazie alla società di consulenza carpigiana Octagona

Inglass, azienda della provincia trevigiana produttrice di stampi rotativi per la fanaleria auto e di sistemi per l’iniezione di materiali termoplastici in tutti i settori applicativi, sbarca in India. L’azienda, con oltre venticinque anni di esperienza, un fatturato di circa 52 milioni di euro e una presenza consolidata all'estero in diversi Paesi, opera nel settore automotive e lo scorso 3 aprile ha attivato una filiale a Pune, importante hub produttivo ubicato nello stato del Maharashtra.

Per arrivare in India senza sorprese, Inglass si è avvalsa di Octagona, la società di consulenza carpigiana che affianca le aziende nell’internazionalizzazione.

La filiale indiana di Inglass svolgerà due operazioni fondamentali: importerà direttamente i ricambi dalla filiale cinese per poi rivenderli ai propri clienti sul mercato indiano e si occuperà della progettazione di nuovi prodotti sempre per i propri clienti, fornendo contemporaneamente assistenza postvendita e supporto commerciale.

Per Italo Bincoletto, Asia Operations Manager di Inglass, «si è trattata di un'operazione molto importante e strategica. L’azienda si trova oggi ad affrontare nuove sfide nel mercato globale e per poter rispondere alle esigenze dei nostri clienti, abbiamo ritenuto opportuno provvedere alla costituzione di questa nuova filiale».

«Di fronte a un mercato trainato dai nuovi attori globali», spiega Alessandro Fichera, amministratore unico di Octagona, «le aziende italiane per non perdere il passo devono riformulare il loro concetto di made in Italy: costituire filiali e società di diritto locale oppure trovare un partner locale con cui condividere un percorso societario, e non solo basarsi sulla mera esportazione, rappresentano soluzioni importanti oltre che garanzia di risultati nel futuro».

(18 aprile 2012)