Confindustria Modena
Estero
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
paesi emergenti

Ingegneri Riuniti
Espansione a Est

Il gruppo modenese ha costituito a Sofia la società Stip Engineering. L'obiettivo è partecipare da protagonista agli appalti pubblici bulgari

Ingegneri Riuniti, la società di ingegneria che opera a Modena dal 1965 nei settori dell’architettura civile e industriale, dell’energia e delle infrastrutture, ha costituito in Bulgaria, a Sofia, Stip Engineering.

I soci di Ingnegneri Riuniti

Insieme ad altre due società italiane e a una bulgara, Ingegneri Riuniti intende introdursi nel mercato locale delle commesse pubbliche di ingegneria e architettura che, soprattutto nei settori del ciclo integrato dell’acqua e dell’edilizia ospedaliera, subiranno un notevole sviluppo con gli aiuti comunitari.

«Il partner bulgaro», spiega il presidente di Ingegneri Riuniti Fermo Ferrari, «ha una clientela privata qualificata e naturalmente una grande conoscenza delle condizioni del mercato locale, ma non ha mai sviluppato lavori nell’ambito delle opere pubbliche il cui know-how è invece caratteristica peculiare di Ingegneri Riuniti e dei colleghi italiani».

«Nello stesso tempo Stip Engineering», aggiunge ancora Ferrari, «potrà essere un affidabile punto di riferimento per chi vuole esplorare il mercato bulgaro delle costruzioni o è interessato a concessioni, project-financing o, più semplicemente, per chi ha bisogno di assistenza in loco e voglia appoggiarsi a un interlocutore locale di lingua e cultura italiana».

La Stip ha già prodotto un progetto per le infrastrutture esterne dell’ospedale universitario di Sofia, che potrà essere finanziato da fondi europei o da fondi privati in cambio di beni immobili.

Ingegneri Riuniti è fra le prime società di ingegneria italiane a specializzarsi nello sviluppo di progetti e consulenze nel campo dell'ingegneria civile ed impiantistica. Nel corso dei decenni, pur rimanendo saldamente ancorata intorno alle basilari figure dei soci fondatori, si è adeguata alle mutevoli esigenze organizzative e professionali.

La forza lavoro è costituita da 19 ingegneri abilitati alla professione, quattro architetti, da cinque tecnici, sei disegnatori progettisti qualificati per il disegno automatico con Autocad e sei addetti di segreteria.

Dal 2002 la Ingegneri Riuniti si è integrata con Progetto Ambiente, uno studio di architettura specializzato nella progettazione edile-architettonica, pianificazione urbanistica e nel restauro e consolidamento antisismico. Nel 2007 Progetto Ambiente è stata incorporata in Ingegneri Riuniti e ne costituisce la divisione Architettura.

(20 luglio 2009)
Argomenti: Terziario