Confindustria Modena
Economia
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
statistica

Inflazione a Modena, in dicembre +1,6%

Più 0,5 per cento rispetto a novembre. Crescono carburanti e gasolio per riscaldamento. In Italia è al +1,9 per cento

La maggior parte dei 12 capitoli presi in esame come di consueto, nell'ultimo mese dell'anno si presenta stabile o con lievi variazioni in crescita. Unico capitolo in discesa in dicembre (-0,2 per cento) è quello relativo a "Mobili, articoli e servizi per la casa", all'interno del quale sono in diminuzione i grandi elettrodomestici, i prodotti per la pulizia e la voce "altri utensili in plastica".

In aumento la cristalleria e il vasellame, le attrezzature per giardino e altri prodotti non durevoli. Sono percentualmente invariati i capitoli "Bevande alcoliche e tabacchi", "Servizi sanitari e spese per la salute" e "Istruzione".

L'aumento più marcato registrato in dicembre dal servizio Statistica comunale riguarda il capitolo "Trasporti" (+1,5 per cento), ed è dovuto essenzialmente alla crescita dei prezzi dei carburanti e dei trasporti aerei. In salita anche i prezzi d'acquisto per automobili e ciclomotori.

Altro capitolo in aumento (+0,9 per cento) è quello dei "Servizi ricettivi e di ristorazione" nel quale si è registrata la crescita delle tariffe degli alberghi nel territorio comunale e quello degli altri servizi alloggio (camping e agriturismo) rilevati dall'Istat a livello nazionale. Nello stesso capitolo, lievi aumenti hanno riguardato la voce "ristoranti, pizzerie e simili" oltre alle consumazioni al bar.

Fa segnare un +0,2 per cento il capitolo "Altri beni e servizi" dove spicca l'aumento delle assicurazioni sui mezzi di trasporto.

Riguardo ad "Abitazione, acqua, elettricità, combustibili" (+0,2 per cento) si segnalano aumenti di prodotti per la manutenzione della casa, spese condominiali e gasolio da riscaldamento. Nello stesso capitolo si è rilevata una leggera flessione dei canoni d'affitto.

Anche il capitolo "Prodotti alimentari e bevande analcoliche" ha fatto registrare una crescita del +0,2 per cento. Tra le voci al suo interno, sono in aumento le carni, il riso, crostacei e molluschi freschi, latte, formaggi, uova, burro, ortaggi e legumi freschi e patate. Calano invece il pesce fresco e surgelato, l'olio di oliva e lo zucchero.

(04 gennaio 2011)
Argomenti: Enti locali