Confindustria Modena
Attualità
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
energia

Il primo fotovoltaico della provincia

Italcementi investirà 20 milioni di euro a Guiglia per la costruzione dell'impianto fotovoltaico più potente del modenese

L'area del monte Montanara dove verrà realizzato l'impianto fotovoltaico da ItalcementiUn impianto fotovoltaico per produrre energia elettrica sarà realizzato a Guiglia in un'area del monte Montanara utilizzata in passato come cava.

Il progetto sarà realizzato da Italcementi, il gruppo bergamasco che opera nell'ambito della produzione e commercializzazione di cemento e calce idraulica. Proprietaria dell'area e presente nel modenese con un proprio stabilimento a Savignano, Italcementi investirà quasi 20 milioni di euro.

A pieno regime, l'impianto, dotato di oltre 28 mila pannelli su una superficie di oltre 20 ettari, sarà il più potente realizzato finora sul territorio provinciale, essendo in grado di produrre oltre sette milioni di chilowattora all'anno di energia elettrica (con una potenza di 6 mila chilowatt), l'equivalente del fabbisogno di oltre duemila famiglie.

Il progetto è stato approvato dalla giunta provinciale al termine della procedura di Valutazione di impatto ambientale (Via) che ha stabilito la compatibilità dell'impianto dal punto di vista paesaggistico, naturalistico, sismico fino a quello storico e architettonico.

Nelle valutazioni dei tecnici componenti la Conferenza dei servizi della Via (in rappresentanza tra gli altri di enti locali, Ausl e Arpa) emerge che l'impianto coinvolge una parte dell'area, non coperta da verde, interessata da una concessione mineraria per estrarre marne per la produzione di calce e cemento; restano escluse le aree di cava già rinaturalizzate e quelle a maggior impatto visivo.

«L'impianto», sottolinea Stefano Vaccari, assessore provinciale all'Ambiente, «fornisce un rilevante contributo alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica, con quasi cinque tonnellate all'anno risparmiate, in linea con quanto intendiamo stabilire con il nuovo Piano energetico provinciale in corso di realizzazione che vuole favorire proprio le fonti rinnovabili».

Finora la Provincia di Modena ha approvato l'installazione di impianti fotovoltaici a Fiumalbo in località Ronchi (potenza 35 chillowatt), a Concordia in via Mazzalupi (997 chilowatt), a Sestola in località Spinedola (372 chilowatt) e a Castelnuovo Rangone in via Gualinga (duemila chilowatt).

(17 maggio 2010)
Argomenti: Enti locali