Confindustria Modena
Società
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
volley

A Marzaglia il museo di tutti i modenesi

Antonio Panini ha inaugurato il luogo in cui i cimeli della pallavolo, offerti in custodia dai loro proprietari, diventano testimoni di una grande passione sportiva

Antonio Panini insieme ai "suoi" cimeli«Il museo di tutti, dei modenesi e degli appassionati di pallavolo». È con queste parole che Antonio Panini, il figlio dell'indimenticato Peppino, ha inaugurato martedì mattina il Museo del Volley di strada Pomposiana 216 a Marzaglia.

Al taglio del nastro inaugurale erano presenti il sindaco di Modena Giorgio Pighi, l'assessore alla Cultura della Regione Emilia-Romagna Massimo Mezzetti ma soprattutto gli atleti che hanno fatto la storia recente della pallavolo a Modena: Franco Bertoli, Luca Cantagalli e Andrea Lucchetta. 

La struttura museale conserva le maglie da gioco indossate dai campioni di ieri e di oggi, trofei, giornali, fotografie inedite e filmati ricchi di fascino. Eppure, come ha sottolineato lo stesso Panini, «si tratta soltanto del 50 per cento di tutto il materiale che abbiamo cominciato a raccogliere da un anno e mezzo a questa parte. Il grande obiettivo di questo museo rimane quello di arricchire nel tempo la già importante esposizione con altri cimeli e memorabilia degni di una vetrina di prestigio».

Il Museo del Volley vuole diventare un punto di riferimento anche per giornalisti, giovani atleti, istituzioni e appassionati di tutto il mondo. A tal proposito il sito internet verrà potenziato con una banca dati da cui attingere immagini, articoli e informazioni centrate sul mondo della pallavolo.

«È una sfida avvincente e stimolante», ha sottolineato Panini, «un impegno che richiede energie, un progetto che nasce non per il business ma per il volley. Mi auguro che l'entusiasmo con cui abbiamo sciolto gli ormeggi di questa nuova avventura ci tenga compagnia anche in futuro. Il gioco di squadra nello sport come nella vita è fondamentale».

Il museo sarà aperto gratuitamente al pubblico dalle 9 alle 13, dal lunedì al venerdì, con la possibilità di concordare visite di gruppo su appuntamento nel pomeriggio o nel fine settimana. Per informazioni 059885888 oppure info@museodelvolley.it.

(21 settembre 2010)
Argomenti: Cultura