Confindustria Modena
Estero
ARCHIVIO

Stampa l'articolo
la mostra

Il "Mito Ferrari" vola a Shanghai

L’esposizione, che si estende su una superficie di 900 metri quadri, rimarrà aperta per tre anni

Il mito Ferrari è di scena a Shanghai. È stata inaugurata all’interno dell’Italian Center, presso lo Shanghai Expo Park, una retrospettiva della Casa di Maranello. L'inaugurazione è avvenuta alla presenza del vicepresidente Piero Ferrari, del ministro dell’Ambiente Corrado Clini, del console generale a Shanghai Vincenzo de Luca, e di numerose personalità cinesi tra cui il vicesindaco di Shanghai Yang Xiong e il presidente dell’Expo Shanghai Group Ding Hao.

L’esposizione, che si estende su una superficie di 900 metri quadri e che rimarrà aperta per tre anni, permetterà al pubblico cinese di conoscere e vivere in prima persona la storia, le vetture, la tecnologia e la passione del Cavallino Rampante. «Per milioni di persone in tutto il mondo la Ferrari è uno dei simboli della cultura italiana», ha dichiarato Piero Ferrari. «Rappresenta passione, successo, stile e costante ricerca dell’eccellenza. Con questa mostra realizziamo il sogno di condividere la nostra storia e la nostra identità con il pubblico cinese, che ha dimostrato di nutrire un grande affetto per la Ferrari».

In Cina, un mercato di fondamentale importanza per la Ferrari, la Casa di Maranello organizza per la prima volta al di fuori dell’Italia una esposizione di così ampio respiro e durata, che costituisce l’ideale percorso introduttivo alla conoscenza del passato, presente e futuro de marchio, e si concentra sugli elementi che lo rendono unico, con attenzione anche alle sfide della riduzione dei consumi e delle emissioni. La mostra è divisa in cinque aree in continuo aggiornamento: Ferrari in Cina, Green Technology, Prodotto, Design e Corse. I testi, le fotografie, i filmati e gli oggetti di grandissimo valore prestati dal Museo Ferrari di Maranello consentono ai visitatori di formarsi una vivida immagine della vasta tradizione dell'azienda.

Dalla prima apparizione in Cina (nel 1992) a oggi, la Ferrari ha costruito un solido e continuativo rapporto, arrivando nel 2011 a vendere 777 vetture nella Greater China (Cina, Hong Kong, Taiwan) che è così diventata il secondo mercato mondiale del Cavallino Rampante.

(21 maggio 2012)